Sanremo 2019, il presidente della Giuria contro Ultimo: “Deve imparare a perdere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2019 12:08 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2019 12:09
 Sanremo 2019, il presidente della Giuria contro Ultimo: "Deve imparare a perdere" (foto Ansa)


Sanremo 2019, il presidente della Giuria contro Ultimo: “Deve imparare a perdere”
(foto Ansa)

ROMA – Intervistato a “Circo Massimo”, su “Radio Capital”, il presidente della Giuria del Festival di Sanremo Mauro Pagani bacchetta Ultimo: “L’anno scorso è arrivato primo (nella categoria Nuove Proposte, ndr) con lo stesso regolamento. Se va bene quando si vince, va bene anche quando si perde. Lui è giovane, e nella vita bisogna anche imparare a perdere. Altrimenti non si concorre, si fanno altre cose, ed è una scelta rispettabile”.

Pagani poi rivendica il verdetto della giuria: “‘Soldi’ è la canzone più moderna, meglio realizzata e più interessante del Festival. In giuria non abbiamo avuto dubbi”.

“Anche Maradona, Pelè o Messi – ha detto poi Pagani in una intervista a “Rolling Stone Italia” – sanno che ogni settimana possono perdere una partita e imparare a perdere è imparare a vivere. Anche Ultimo deve imparare a perdere e a fare il proprio mestiere”.

Anche i Beatles o Bowie – continua – non hanno avuto solo successi, e lo hanno accettato. E che un artista che l’anno prima vince Sanremo Giovani e l’anno dopo non ci riesce, sarebbe auspicabile che non protestasse, soprattutto se il regolamento è rimasto lo stesso”.

E ancora: “Faccio questo mestiere da 53 anni: ho smesso di contare i miei concerti dopo i duemila ed erano ancora gli anni ’80 e ho partecipato come musicista, produttore o ospite a più di 150 dischi. Forse qualche competenza ce l’ho. Anche i miei colleghi della giuria possono tutti vantare esperienze nel campo della musica, della radio o della televisione, del cinema o del giornalismo. Cosa c’è da lamentarsi?”.