Sanremo 2019, Iva Zanicchi contro Baglioni: “Perché ha escluso i Dear Jack?”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2019 15:02 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2019 15:04
Sanremo 2019, Iva Zanicchi

Sanremo 2019, Iva Zanicchi contro Baglioni: “Perché ha escluso i Dear Jack?”

SANREMO – La sera di oggi, martedì 5 febbraio, inizierà il Festival di Sanremo.  Iva Zanicchi sembra nona ver gradito il fatto che il direttore artistico Claudio Baglioni non l’abbia coinvolta in alcun modo. Ospite al Galà del Casinò di Sanremo, la Zanicchi si è sfogata.

Al Quotidiano nazionale ha infatti detto: “Io lo dico: se mi avesse chiamato ci sarei andata volentieri, non faccio come la volpe e l’uva. Ma Baglioni non mi ha chiamata, lui è il padrone e può fare quello che vuole, e ha fatto le sue scelte. D’altronde, non è che si possano chiamare tutti, no?”.

La Zanicchi, che in un’altra intervista ha parlato di un festival da sempre politicizzato, non ha risparmiato Baglioni nemmeno per quanto riguarda i brani scartati dalla gara: “La canzone dei Dear Jack esclusa? Baglioni o è sordo o è un genio perché significa che gli altri brani sono tutti superiori e questo festival passerà alla storia”.

A proposito del festival politicizzato, nell’intervista al giornale Libero la Zanicchi ha detto: “Guardi, il Festival è politicizzato ormai da anni, forse solo ai tempi di Baudo non lo era. Ma la cultura è da sempre in mano alla sinistra. Detto questo, ognuno è libero di esprimersi come vuole. Anche se, in una conferenza stampa in cui bisogna parlare di canzone italiana, io avrei evitato di fare riferimento alla politica”.