Sanremo 2020, a Non è l’Arena Maria Elena Boschi si rifiuta di leggere il testo di Strega di Junior Cally: “Vergognoso”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 12:08 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 12:08
Sanremo 2020, a Non è l'Arena  Maria Elena Boschi si rifiuta di leggere il testo di Strega di Junior Cally: "Vergognoso"

A Non è l’Arena Maria Elena Boschi si è rifiutata di leggere il testo di Strega di Junior Cally (Nella foto Ansa, Junior Cally e Amadeus)

ROMA  –  A due giorni dall’inizio del Festival di Sanremo 2020, domenica 2 febbraio a Non è l’Arena si è parlato delle polemiche che stanno accendendo la vigilia della kermesse canora. L’ex ministra Maria Elena Boschi è stata ospite di Massimo Giletti ed è stata interpellata sul caso Junior Cally, il rapper mascherato, tra i concorrenti del Festival, che nel 2017 cantava una canzone in cui parlava di uccidere una donna. 

Il conduttore di La7 ha chiesto alla fedelissima di Matteo Renzi di leggere il testo di “Strega”, il brano incriminato. Ma lei si è rifiutata. “Ho letto il testo, non lo conoscevo, è vergognoso – ha detto Boschi -. Non lo leggo, chi lo vuole ascoltare lo può trovare ovunque, è facile, non è che voglia fare la censura di un cantante che chiunque può raggiungere. Però sono parole che fanno male a casa a chi le ascolta, se c’è qualcuno che ha subito una violenza. Credo che la cosa ancora più grave di questo rapper sia non aver chiesto scusa a distanza di anni. Qui c’è un problema culturale e se dobbiamo trovare una cosa positiva è che almeno ci consente di parlare di questo tema, ma dicendo con fermezza che frasi di questo tipo non sono accettabili”.

A quel punto Giletti le ha domandato se secondo lei Junior Cally dovesse essere escluso dalla gara del Festival di Sanremo: “Non entro nella polemica – ha concluso l’ex ministra – è un cantante che in modo cinico e spregiudicato ha fatto un’operazione commerciale con dei testi provocatori per far parlare di sé. Ci è riuscito”. (Fonte: Non è l’Arena)