Sanremo 2020, sos pubblicità. Se anche Georgina Rodriguez dice no… Fuga degli sponsor?

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 21 Gennaio 2020 13:20 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2020 14:40
Sanremo 2020, sos per gli incassi della pubblicità. Se anche Georgina Rodriguez dice no...Fuga degli sponsor?

Sanremo 2020, sos pubblicità. Se anche Georgina Rodriguez dice no…Fuga degli sponsor? (nella foto Ansa, Amadeus con alcune delle donne del Festival)

ROMA – Niente Monica Bellucci, niente Salmo, Georgina Rodriguez tutt’altro che sicura e ora si vocifera che potrebbe mancare anche Ultimo. Le settimane che precedono il Festival di Sanremo stanno pian piano diventando uno stillicidio di ospiti e vip. E in Rai cominciano a farei i conti: e se la pubblicità rendesse meno del previsto? Gli investitori sono attratti da volti noti (che portano pubblico), con i volti noti gli spazi pubblicitari si vendono meglio.

Senza considerare che le accuse di sessismo nei confronti di Amadeus e Junior Cally rischiano di allontanare un altro target, quello degli inserzionisti che mettono le donne in primo piano, o “un passo avanti”, per parafrasare l’infelice uscita del conduttore (infelice più per quello che ha scatenato che per la volontà di comunicare un messaggio discriminatorio) durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento.

Ma, se le polemiche storicamente sono un traino per gli ascolti (il caro, vecchio “purché se ne parli”), è anche vero che un’immagine negativa svaluta il prodotto (e dunque, torniamo al discorso di quanto vale uno spazio pubblicitario di un programma con una immagine negativa).

Mario Ajello sul Messaggero scrive che già dal 2018 al 2019 (entrambe edizioni dell’era Baglioni), la Rai ha perso 14 milioni di euro dai proventi di Sanremo. E, aggiunge il giornalista, sul 2020 è prevista un’altra correzione al ribasso. D’altronde basti pensare agli assenti: Monica Bellucci è una icona che travalica le generazioni, Ultimo e Salmo sono due idoli dei giovanissimi (e ti becchi due fette di mercato, quella delle ragazzine che si commuovono per le ballate di Ultimo e quella dei giovani duri, o presunti tali, che stravedono per l’hip hop di Salmo), per non parlare di quello che rappresenta a livello di brand Georgina Rodriguez, che oltre a essere uno dei personaggi più seguiti sui social network, è anche la fidanzata di Cristiano Ronaldo (oh no, l’abbiamo detto anche noi).

I vertici Rai, quindi, incrociano le dita e sperano che il Metoo sanremese non porti a ulteriori defezioni dell’ultima ora, per non dover affrontare altre perdite alla voce incassi. Nonostate l’edizione numero 70 del Festival sia abbastanza economica a livello di cachet: Rula Jebreal, Diletta Leotta, Francesca Sofia Novello, Georgina Rodriguez, Sabrina Salerno e Alketa Vejsiu (cioè le donne che saliranno sull’Ariston senza avere già alle spalle un contratto Rai) percepiranno 25mila euro a testa. Solo Antonella Clerici ne prenderà 50mila. Visti i numeri di questi tempi, ingaggi al costo di saldo.

Rai ottimista sulla pubblicità per Sanremo.

Rai Pubblicità è “decisamente ottimista sulla raccolta pubblicitaria per il 2020, grazie ai risultati attesi sul Festival di Sanremo e alla ricchissima offerta sportiva di Rai, che va dagli Europei di Calcio alle Olimpiadi, dallo Sci al Ciclismo, che si aggiungono e arricchiscono l’eccellenza e i contenuti di Rai”. A sottolinearlo è una nota della concessionaria, che “chiude il 2019 con un fatturato in linea con quello del 2018, un risultato più che positivo”, “a maggior ragione se si considera la decrescita del mercato di riferimento che, secondo l’ultimo dato Nielsen (gennaio-novembre), registra una flessione del -4.9% e di un -5.1% nel comparto televisivo”.  (Fonte Il Messaggero e Ansa).