Sanremo 2019, Anna Tatangelo look da Jessica Rabbit. Poi si commuove

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 febbraio 2019 22:23 | Ultimo aggiornamento: 9 febbraio 2019 22:37
Sanremo 2019, Anna Tatangelo look da Jessica Rabbit. Poi si commuove

Sanremo 2019, Anna Tatangelo look da Jessica Rabbit. Poi si commuove

ROMA – Ancora un look audace per Anna Tatangelo al Festival di Sanremo. Dopo minigonne da urlo e abiti monospalla, per la serata finale la cantante ha scelto un vestito lungo blu scuro, connotato da una vistosa scollatura e una acconciatura retro un po’ stile Jessica Rabbit. A tradirla però è stata l’emozione, fino a quel momento trattenuta e controllata, che è esplosa sugli ultimi passaggi del suo brano “Le nostre anime di notte”. 

Anna Tatangelo ha chiuso in lacrime la sua esibizione all’Ariston. Sul finire della sua performance , evidentemente presissima, si è commossa. Un attimo di pausa e poi ha terminato la sua esibizione senza intoppi, dimostrando un momento di profonda sincerità.

Il tutto con accanto Claudio Bisio steso a terra. Una scena surreale, dovuta alla gaffe del conduttore che è apparso sul palco molto prima che la canzone fosse finita. 

Fulminato dallo sguardo dell’artista, Bisio si è sdraiato a terra in posizione di supplica, dopo la vistosa interruzione. Ma al pubblico a casa è arrivata solo l’inquadratura bizzarra dell’attore “steso” sul palco in procinto di offrire alla cantante i fiori di Sanremo.

Non è la prima gaffe per l’attore in questa edizione del Festival. Momenti di imbarazzo ci sono stati anche venerdì pomeriggio in sala stampa, quando al momento di posare per il photocall, il conduttore ha chiamato la collega Virginia Raffaele per lo scatto. Ma si è confuso: “Vieni Michelle”, le ha detto scatenando l’ilarità dei presenti.

E ancora, nella prima serata, sempre Bisio si è reso protagonista di un altro momento imbarazzante con il tenore Andrea Bocelli salutandolo con il gesto della mano, ma dimenticandosi di esplicitare il saluto a parole con un “ciao”. Va da sé che il cantante essendo cieco non ha potuto vederlo né rispondergli.