Virginia Raffaele nel mirino degli esorcisti: “Ha invocato Satana a Sanremo”. Salvini: “Ascoltiamo con attenzione gli esperti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2019 19:57 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2019 7:48
Virginia Raffaele attaccata da esorcisti: Invocato Satana a Sanremo 2019

Sanremo 2019, esorcisti contro Virginia Raffaele: “Non si scherza con l’invocazione di Satana”

ROMA – Lo sketch di Virginia Raffaele in cui pronuncia il nome di Satana non è piaciuto agli esorcisti che esprimono grande rammarico. “Non si scherza con il dolore delle vittime”, ha detto in una nota la Segreteria italiana dell’Associazione Internazionale Esorcisti, riferendosi all’esibizione in cui la Raffaele finge di essere un grammofono vecchio e rotto. A rincarare la dose Matteo Salvini, leader della Lega e ministro dell’Interno, che ha appoggiato le preoccupazioni espresse anche da don Aldo Buonaiuto.

Nella nota si legge: “Esprimiamo grande rammarico in merito alla puntata sanremese nella quale il richiamo esplicito a Satana, attraverso gesti e parole, evidenzia l’immagine svilita di un intrattenimento grossolano, che scherza con il dolore delle vittime. Che un palco come quello di Sanremo si trasformasse in un attimo, anche solo per pochi secondi, in un inquietante ‘pulpito’ è cosa davvero degna del più esperto ‘prestigiatore’. Fra ‘forme e luci’, in un gioco affascinante di ‘onde armoniche’, il pubblico assiste sereno e divertito al succedersi delle performance musicali. Improvvisamente, dal ‘golfo mistico posteriore’ del palcoscenico, compare uno sfondo a scacchi dalle facciate rosse, nere e verdi dando inizio alla performance della bravissima Virginia Raffaele”.

Nel mirino degli esorcisti c’è la sua esibizione sulle note di Mamma di Beniamino Gigli: “Divertentissimo il suo sketch comico parodiando la canzone classica ‘Mamma’ di Beniamino Gigli. Ma è solo un attimo, pochi secondi e quel palco, con quel gioco armonico di luci e di colori diventa un pulpito da cui per ben 5 volte viene invocato il nome di Satana. La Raffaele, imitando il testo della nota canzone come se fosse ascoltata da un vecchio disco che gira su un grammofono rotto, interrompe il testo e dopo alcune sillabe incomprensibili, senza nessuna sequenza logica delle stesse interruzioni, pronuncia distintamente e per ben 5 volte il nome di Satana. E facendo un macabro giro su se stessa, si ferma assumendo una inquietante posizione del corpo. Perché tutto questo? Il pubblico, e tra questi sicuramente molti fedeli cristiani, ha il diritto sapere”.

L’Associazione Internazionale Esorcisti ha poi sottolineato: “Non si può essere spettatori ignari dell’esaltazione del male, o meglio di colui che ne è il rappresentante per eccellenza, il demonio, Satana. La modalità dell’evento sembra presupporre una subdola tecnica subliminale e manipolatoria. Far arrivare dei messaggi con un contenuto oggettivamente negativo a spettatori indifesi e ignari di quanto sta per essere fatto e detto è da deplorare in assoluto. Pertanto, chiediamo come cristiani a Virginia Raffaele, ma ancor più, a coloro che hanno collaborato per la scenografia relativa alla performance di chiarire a tutti e in forma pubblica le ragioni di quanto detto e fatto”.

A commentare la vicenda è stato anche Salvini, che ha dichiarato: “Capisco e condivido le preoccupazioni espresse da don Aldo Buonaiuto. Non sottovalutiamo il problema delle sette sataniche con tutti i problemi connessi. Ascoltiamo con attenzione gli esperti che ci aiutano a combattere il fenomeno”.