Sanremo 2019, Fabio Rovazzi commuove tutti: “Ciao papà, l’ultima volta non ho fatto in tempo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2019 1:29 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2019 1:29
Sanremo 2019, Fabio Rovazzi commuove tutti: "Ciao papà, l'ultima volta non ho fatto in tempo"

Sanremo 2019, Fabio Rovazzi commuove tutti: “Ciao papà, l’ultima volta non ho fatto in tempo”

SANREMO – “Caro papà, volevo salutarti visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo”. Così Fabio Rovazzi ha commosso tutti a Sanremo, ricordando il padre scomparso. 

Dopo aver condotto Sanremo Giovani insieme a Pippo Baudo, Rovazzi è tornato a “comandare” sul palco dell’Ariston. Dapprima nel ruolo di intrattenitore e di futuro presentatore di un Festival di Sanremo, si autodefinisce “distruttore artistico” e assiste alle dimissioni ironiche del direttore d’orchestra che dice di avere toccato il punto più basso della sua carriera. Poi debutta come ospite vero e proprio sulle note del suo tormentone, “Andiamo a comandare”.

“Troppo ignorante?”, si chiede, allora prova a recitare il testo delle altre sue hit, da “Tutto molto interessante” a “Volare”, facendone un mash-up, accompagnato da un violinista, prima di lanciarsi in una scatenata versione di “Faccio quello che voglio” con la complicità vocale di Baglioni e l’incursione a sorpresa di Fausto Leali. 

Alla fine, il rientro nei propri panni e nei sentimenti quotidiani. “Ora che siamo tornati nei nostri veri personaggi – dice – prima di lasciare il palco vorrei dedicare due parole a una persona che non vedo da un po’ di anni. Caro Papà... non so come contattarti ma Sanremo ha uno share così alto che molto probabilmente arriva fino a lassù. Beh volevo dirti che, in parte, tutto questo è anche colpa tua. E volevo salutarti, visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo”.

Parole che hanno commosso il pubblico dell’Ariston, abituato a un Rovazzi divertente e che tiene la scena.