Sanremo, Francesca Alotta: “Avrei motivi per parlare male di Amadeus, ma sulle donne frainteso”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Febbraio 2020 18:07 | Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2020 18:10
Sanremo, Francesca Alotta: "Avrei motivi per parlare di Amadeus, ma sulle donne frainteso"

Francesca Alotta, nella foto Ansa con Aleandro Baldi, racconta: “Avrei motivi per parlar male di Amadeus”

ROMA – “Avrei motivi per parlare male di Amadeus, ma sulle donne è stato frainteso”. A parlare ai microfoni di Radio Cusano Campus è Francesca Alotta che nel 1992 debuttò sul palco dell’Ariston con Aleandro Baldi e la canzone “Non amarmi”. 

Intervistata da Misa Urbano e Arianna Caramanti nel corso della trasmissione Un giorno da ascoltare, la cantante racconta di essere stata scartata da Amadeus, che non ha selezionato il suo brano tra quelli da portare in gara all’ultimo Festival di Sanremo. 

“Avrei anche motivo per parlare male di Amadeus – ha detto – visto che ho mandato un mio bellissimo brano per l’ultimo Festival di Sanremo e sono stata ignorata ma lo conosco molto bene, riguardo le sue frasi che hanno fatto indignare migliaia di donne posso dire che è stato frainteso. Lui è una persona sensibile e adorabile ma purtroppo basta poco in questo mondo per essere scambiato per la persona che non sei e dare una brutta impressione di te!”

Francesca Alotta ha poi espresso la sua personale pagella sui cantanti in gara: “Mi è piaciuta Tosca, per me lei è un mito, ha una voce straordinaria, canta da Dio. Ci sono stati molti cantanti che hanno stonato varie volte, lei è stata sempre perfetta. Tra i cantanti più giovani c’è Achille Lauro che ha una sua genialità anche se la sua musica non mi piace, non comprerei mai i suoi dischi anche se come personaggio ha un suo perché; su Elettra Lamborghini preferisco non esprimermi, è molto lontana da me sia come stile canoro sia come persona. Ho visto la lite tra Morgan e Bugo e sinceramente non l’ho capita: a pensare che quel posto sarebbe potuto essere il mio!”

Nel corso dell’intervista la cantante ha poi ripercorso la sua carriera e il suo ultimo progetto. 

Non amarmi

“L’idea fu del nostro manager ma molti discografici non credevano in questa canzone: nel 92 c’era molta reticenza nel parlare della disabilità e dicevano che non era credibile raccontare una storia d’amore tra un normodotato e un disabile (Aleandro Baldi è cieco dalla nascita). Invece il brano fu da subito un gran successo, alla faccia di chi non ci credeva. L’amore va oltre ogni difficoltà: questo era un messaggio importante da dare, le differenze sono solo nella nostra mente! Il 13 giugno saremo in concerto insieme, con Aleandro a Malta, tra noi c’è una bellissima amicizia e un legame professionale molto forte”.

Le esperienze televisive

“Ora o Mai più mi ha dato la voglia di ritornare a combattere in questo mondo dopo i dispiaceri della mia vita che mi hanno portato ad affrontare un periodo di depressione e ad allontanarmi dal mondo della musica. Dopo la partecipazione a questo programma ho trovato la forza di far uscire il mio nuovo album “Anima Mediterranea” che contiene una traccia “Amore mio” dedicata a mio padre che se ne andò molto presto lasciandomi un grande vuoto dentro anche perché avrei dovuto fare questo album con lui; mio padre era il maestro di vita e anche artistico essendo stato anche lui un grande artista”.

Fonte: Radio Cusano Campus