Sara Tommasi incinta e la sua manager Debora Cattoni, Dagospia: “Questa storia puzza di caltagironata”

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2019 12:52 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2019 12:58
Sara Tommasi incinta e la sua manager Debora Cattoni, Dagospia: "Questa storia puzza di caltagironata"

Sara Tommasi incinta e la sua manager Debora Cattoni, Dagospia: “Questa storia puzza di caltagironata” (Nella foto Instagram Sara Tommasi e Debora Cattoni)

TERNI – Sara Tommasi fidanzata e incinta? Dagospia ipotizza che si possa trattare di una nuova “caltagironata”. E tratteggia un ritratto della manager della ex showgirl dal difficile passato: Debora Cattoni. 

Sul sito di Roberto D’Agostino Alberto Dandolo ricostruisce la storia recente di Tommasi, una storia “di provincia. Una storia paesana. Raffazzonata e precaria. Purtroppo investe una ragazza che non avrebbe più bisogno di tristi esposizioni e strumentalizzazioni : trattatasi di Sara Tommasi e della sua presunta gravidanza urlata urbi et orbi dalla sua nuova agente e manager Debora Cattoni”.

La storia è quella di Sara Tommasi e della sua presunta relazione con Angelo Guidarelli, 46 anni, di Terni, imprenditore nelle acque minerali, secondo le parole della sua compagna. Attivo presso CasaPound, secondo il suo profilo Facebook. 

Dandolo riporta la biografia della Cattoni, amica e manager di Sara Tommasi: “Ha avviato la sua carriera spinta da un amore grande per il cinema e infatti il suo sogno, fin da bambina, era proprio quello di diventare un’attrice famosa ma lei, Debora Cattoni il successo lo ha comunque raggiunto nel mondo dello spettacolo seppur dietro le quinte e occupandosi di eventi, di moda e di management”. 

 

Nel curriculum della manager ci sono “piccoli ruoli in alcune produzioni e tra queste anche la fiction tv  Carabinieri” e il “Casting del  Grande Fratello 13″, oltre al progetto di “lavorare con Johnny Depp”.

E Dandolo si domanda: “Che Debora senza la H stia emulando da comunicatrice il caso Pratiful adattandolo alla fragile Tommasi? Ah, NON saperlo… “. (Fonte: Dagospia)