Sara Tommasi, il nuovo fidanzato è un bluff? Dalla gravidanza a “non me la sento”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 15 Ottobre 2019 10:40 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2019 16:42
Sara Tommasi, il nuovo fidanzato è un bluff? Dalla gravidanza a "non me la sento"

Sara Tommasi e Angelo Guidarelli

ROMA – Sara Tommasi si è confessata a Live Non è la D’Urso, dove ha raccontato dei problemi che ha avuto con la droga e dei filmini per adulti girati in quel drammatico periodo. La 38enne di Terni ha rivelato a Barbara D’Urso di essere stata drogata e obbligata a girare film a luci rosse: “Mi davano tantissima cocaina. Ero in un vortice dove solo la droga può portare, in quel periodo ero proprio scollegata dal mondo. Un tunnel del quale ho visto l’uscita solamente grazie a mia madre che mi ha portata in ospedale. Lì mi hanno anche diagnosticato il bipolarismo. Ho tentato più volte di fuggire da lì, non volevo che mi curassero”.

La ex showgirl ora conduce una vita casa e chiesa: “La droga ha bruciato delle cose. Sono bipolare e lo sarò sempre. Non sono guarita, prendo dei farmaci per stabilizzare l’umore e questo dovrò farlo per sempre. Non esco la sera, è pericoloso. Ho riscoperto la fede, vado in chiesa e non voglio fidanzati, per il momento non me la sento di avere rapporti con nessuno“.

Quest’ultima affermazione però, quella del “non voglio fidanzati”, è discordante con quanto detto dalla stessa 38enne pochi mesi fa. Sara Tommasi infatti, intervista dal settimanale Spy, parlava oltre che del suo nuovo amore anche di una presunta gravidanza, interrotta poco dopo per motivi di salute (secondo quanto svelato dalla sua manager Debora Cattoni). 

Il nuovo fidanzato di Sara Tommasi, tale Angelo Guidarelli, 45enne umbro, veniva descritto dalla donna come “il primo che mi ha fatto battere il cuore. È un ragazzo molto in gamba. Normale. Fa l’imprenditore nell’ambito delle acque naturali, stiamo insieme da quattro anni”. Insomma, una storia importante e duratura. 

Tutto però sarebbe finito nelle ultime settimane, sempre secondo le affermazioni di Sara Tommasi a Barbara D’Urso. Anche se secondo Dagospia era “una storia che puzzava di caltagironata”. Scriveva Alberto Dandolo: “Una storia paesana […] che purtroppo investe una ragazza che non avrebbe più bisogno di tristi esposizioni e strumentalizzazioni. Che Debora senza la H (la manager della Tommasi, ndr) stia emulando da comunicatrice il caso Pratiful adattandolo alla fragile Tommasi?”.

 

In questo articolo parliamo anche di: