Saviano: “Quella di Piergiorgio e Mina Welby è una storia d’amore, non di morte”

Pubblicato il 30 Novembre 2010 0:16 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2010 0:17

Roberto Saviano

Una storia d’amore e non una storia contro la vita. Roberto Saviano torna sul tema dell’eutanasia e nella puntata di lunedì 29 di Vieni via con me spiega:  ”Come si può pensare che raccontare una storia d’amore, quella fra Piergiorgio e Mina Welby, fosse pro morte? E’ una storia d’amore che non va a negare chi ha deciso un’altra scelta, va solo a dire si può scegliere”.

Saviano torna sulle polemiche che hanno accompagnato il no alla richiesta di replica delle associazioni pro-vita da parte del programma. Il racconto, dice lo scrittore, ”è un luogo dove proporre un’idea agli altri, non è un luogo dove si scandagliano tutte le idee possibili, perché così alla fine non ne hai raccontata nessuna. Se qui avessi tutti quelli che la pensano diversamente da me, che hanno tanti punti di vista diversi, il risultato sarebbe zero”.

L’autore di Gomorra si dice anche ”profondamente ferito da chi dice che chi scrive di mafia diffama l’Italia: come si può pensarlo? Se non si amasse il proprio Paese si starebbe lontani, in disparte. In realtà non fa paura chi racconta storie, ma chi le ascolta”.