Saviano liberale? Il Giornale: “Ha sempre attaccato il libero mercato”

Pubblicato il 29 novembre 2010 15:53 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2010 15:55

Roberto Saviano

Saviano liberale? Lo scrittore si era definito tale nel corso di un’intervista al Financial Times, ma subito viene “smascherato” dal Giornale, secondo cui l’autodefinizione di “liberale” sarebbe “cosa nuova e strana” per Saviano.

“Leggendo e ascoltando ciò che Saviano ha sempre scritto, detto e ripetuto – si legge nell’articolo a firma di Luigi Mascheroni – ci è sembrato che se c’è una cosa che lo scrittore demonizza è il libero mercato”.

L’autore dell’articolo ricorda le volte in cui Saviano definiva la camorra come “la più compiuta realizzazione del libero mercato”. E ancora: “La logica del dell’imprenditoria criminale, il pensiero dei boss, coincide con il più spinto neo-liberismo”.

5 x 1000

Mascheroni continua ricordando anche il programma di Fazio e Saviano, “Vieni via con me”, che stasera 29 novembre arriva all’ultima puntata. Simbolo, secondo il Giornale, di un modo tutt’altro che liberale di fare tv a sinistra. Gli ospiti infatti sono tutti molto connotati politicamente e dello stesso schieramento: Milena Gabanelli, Dario Fo, don Ciotti, Bersani, Guzzanti. E infine, anche Gianfranco Fini.