Sea Watch, Bersani: “Insulti a Carola Rackete? A me sarebbe scappato il cazzotto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2019 10:58 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2019 10:58
Sea Watch, Bersani: "Insulti a Carola Rackete? A me sarebbe scappato il cazzotto"

Sea Watch, Bersani: “Insulti a Carola Rackete? A me sarebbe scappato il cazzotto”

ROMA – “Non abbiamo avuto un governo che si sia sentito in dovere di commentare questa cosa, cercando di evitare che si venga alle mani. Se io fossi stato lì con quello lì che diceva ‘Ti stupro’, a me sarebbe scappato il cazzotto”. Pier Luigi Bersani, ospite di “In onda”, su La7, ha commentato così gli insulti ricevuti da Carola Rackete, capitana della nave Sea Watch, al suo sbarco a Lampedusa.

Carola Rackete, le ultime notizie.

L’Italia “non è un Paese indegno”, ma il comportamento del vicepremier e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, sulla questione dei migranti “non è accettabile”. Queste le parole del portavoce del governo francese, Sibeth Ndiyaye, intervistata questa mattina da BFM-TV sul caso Sea-Watch. Nell’intervista al celebre giornalista Jean-Jacques Bourdin, Ndiaye ha anche affermato che l’Italia non è stata “all’altezza” sull’accoglienza dei migranti.

Il portavoce ha poi aggiunto però che “è evidente che si debba rispettare la giustizia di un Paese sovrano. E’ la cosa che pretenderei per la Francia da parte di qualsiasi altro Paese ed è quello che facciamo in ogni circostanza”.

5 x 1000

Fonte: Ansa, La7.