Seconda Vita, Claudia Galanti: “Quando morì Indila…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2019 20:01 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2019 20:01
Claudia Galanti, Ansa

Claudia Galanti (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Intervistata da Gabriele Parpiglia, ospite nel salotto del programma Seconda Vita, Claudia Galanti ha parlato della morte della figlia Indila.

La piccola, nata dalla relazione con Arnaud Mimeran, morì nel sonno quando aveva appena nove mesi.

“Quando Indila è deceduta – racconta Claudia Galanti durante l’intervista con Gabriele Parpiglia – io ho detto no all’autopsia. Oggi ho capito di aver sbagliato. Qualcosa non mi è chiaro. Questo pensiero mi tormenta tutte le notti. Mi tormenta sempre. Io non vivo, ma sopravvivo”. Quindi il racconto di come quell’episodio l’abbia segnata e continui a farlo ancora oggi: “Il mio ex compagno (Arnaud Mimeran, ndr) è in carcere”.

“In Francia – continua a raccontare la Galanti in studio – non sono Claudia Galanti ma l’ex donna di un detenuto. Andare in giro significa abbassare lo sguardo per paura della gente. Ho vissuto prendendo farmaci ogni giorno. Anche sette, otto pillole. Ho pensato di diventare pazza. C’è stato un momento in cui non parlavo più. Poi la cucina per un po’ mi ha salvato e l’amore per i miei figli mi ha fatto alzare dal letto. Ma ricado, ricado ancora, sempre. Il pensiero, il colpo di Indila mi tormenta”.

Fonte: Seconda Vita.