Serena Grandi e endorsement per Lucia Borgonzoni: “A Rimini c’è troppa delinquenza”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Novembre 2019 8:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2019 8:50
Serena Grandi, Ansa

Serena Grandi (foto Ansa)

ROMA – Serena Grandi entra nel caos delle elezioni regionali in Emilia Romagna e fa pubblico endorsement per la candidata del centrodestra, Lucia Borgonzoni. Tutto a causa… di un furto.

“Nella mia casa di Rimini – dice l’attrice ai microfoni di Un Giorno da Pecora – sono venuti i ladri, qui c’è una grande delinquenza. Mi hanno rubato oggetti a cui tenevo molto, dei ricordi dei miei genitori”. 

“Mi sento ancora sotto choc – aveva già raccontato Serena Grandi al settimanale Nuovo –  Ero a Roma per lavoro e, quando sono rientrata a casa, ho trovato la porta dell’appartamento aperta. I ladri sono entrati dal terrazzo rompendo un vetro antiproiettile, e poi sono usciti indisturbati dall’ingresso principale. Mi è andata via la voce immediatamente a causa dello spavento: la tensione mi ha travolto, lasciandomi senza forze, e ci sono voluti diversi giorni per metabolizzare l’accaduto”.

Su Instagram, dopo questo furto, Serena Grandi ha fatto un appello a Salvini. L’attrice ha scritto che ci vuole la ruspa. “Si – spiega a Un Giorno da Pecora – mi piace la sua cultura e la sua identità, abbiamo bisogno di riconoscerci”. Non si sente tranquilla nella sua Rimini? chiedono i conduttori di Un Giorno da Pecora. “Il sindaco – risponde Serena Grandi – ha fatto tanto, purtroppo però c’è un sacco di delinquenza. Io non esco dopo le sei di sera”. Tra poco si voterà nella sua Emilia Romagna. “Io – risponde sicura l’attrice – voterò per Lucia Borgonzoni: noi donne siamo fortissime, sappiamo come fare”. 

Fonte: Un Giorno da Pecora, Nuovo.