Sgarbi: “Benigni come Montanelli. Trattò la Carrà come un oggetto. Abbattiamo la sua statua”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2020 8:28 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2020 11:48
benigni con la carrà a fanastico 1991

Sgarbi: “Benigni come Montanelli. Trattò la Carrà come un oggetto. Abbattiamo la sua statua”

Per Vittorio Sgarbi, Benigni si sarebbe comportato come Montanelli e quindi va abbattuta la sua statua che si trova a Castiglione Fiorentino. Il riferimento è a Fantastico 1991: in quell’occasione, il comico saltò addosso a Raffaella Carrà.

Benigni come Montanelli per il critico d’arte ha rilasciato una lunga intervista a Libero: “Raffaella conduceva. A un certo punto arriva Benigni le salta addosso, la palpeggia, le dice di mostrare la passera…”

“A Castiglione Fiorentino è stata fatta una statua a Benigni. Io esorto gli italiani ad abbatterla. A fare quel che hanno fatto con Montanelli”.

Per Sgarbi, Benigni trattò Raffaella Carrà come un oggetto

“Perché Benigni, come Montanelli, ha trattato la donna come un oggetto”. 

Sgarbi prosegue:

“Raffaella conduceva (spiega Sgarbi con riferimento a Fantastico, 1991, ndr). A un certo punto arriva Benigni le salta addosso, la palpeggia, le dice di mostrare la passera. Dove siete voi che accusate Montanelli? Non è più grave di quello che ha fatto Benigni”.

E quando il giornalista Andrea Valle ribatte che

“Montanelli si sposò con una bambina di 12 anni”, il critico d’arte afferma:

“In entrambi i casi la donna è usata come oggetto. Solo che Begningi ha la leggenda di essere un uomo di sinistra e gli si perdona tutto. Ma si comportato da maschio predatore, esattamente come Montanelli” (fonte: Libero, Il Fatto Quotidiano).