Sharon Stone: “Dopo l’ictus Hollywood mi ha dimenticata. Ho perso tutto ciò che avevo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2019 10:09 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2019 14:15
Sharon Stone racconta il dramma dell'ictus: "Ho perso tutto ciò che avevo"

Sharon Stone in una foto dell’ANSA

ROMA – Sharon Stone ha raccontato di essere stata abbandonata dai colleghi di Hollywood e trattata con estrema insensibilità anche da tante altre persone negli anni dopo il suo ictus, e ora vuole aiutare le donne a non subire la sua stessa sorte.

Parlando con Variety, dopo aver presenziato in quanto portavoce per l’Alzheimer a un evento a West Hollywood, l’attrice ha detto: “Ecco perché lo faccio: mia madre ha avuto un ictus. Mia nonna ebbe un ictus. Io ne ho avuto uno terribile – un’emorragia cerebrale di nove giorni”.

Durante la convalescenza, l’attrice ha avuto a che fare con perdite a livello personale e professionale: “Dal cercare di mantenere la custodia di mio figlio fino al semplice ‘funzionare’, la capacità di lavorare. Sono così grata a Bernard Arnault (il proprietario del gruppo LVMH, ndr) che mi ha salvato con un contratto con Dior. Ma ho dovuto ricontrattare il mutuo sulla mia casa. Ho perso tutto quello che avevo. Ho perso il mio posto nel mondo dello spettacolo. Ero praticamente la star del cinema più richiesta”.

La star ora è impegnata costantemente nell’informare il pubblico su come riconoscere i sintomi di un ictus: “Se hai un mal di testa davvero forte, devi andare all’ospedale. Io non ci sono andata prima del terzo o quarto giorno. La maggior parte della gente muore. Avevo una chance di sopravvivenza dell’1% al momento in cui mi hanno operato e per un mese non sapevano se sarei sopravvissuta”. (fonte VARIETY)