Alfonso Signorini: “Quando Ilary Blasi litigava con Corona dietro le quinte c’era Totti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2018 11:53 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2018 11:53
Alfonso Signorini: "Quando Ilary Blasi litigava con Corona dietro le quinte c'era Totti"

Alfonso Signorini: “Quando Ilary Blasi litigava con Corona dietro le quinte c’era Totti”

ROMA – “C’era Francesco Totti dietro le quinte quando al Grande Fratello Vip è andata in onda la lite tra Ilary Blasi e Fabrizio Corona”: a parlare, oltre un mese da quella scenata in diretta tv, è Alfonso Signorini, che del reality show Mediaset è opinionista e quella sera, il 25 ottobre scorso, era in studio insieme alla conduttrice. 

Parlando a Mattino 5, il programma condotto da Federica Panicucci, Signorini ha dato la propria versione dei fatti: “Gli avvocati (di Corona, ndr) avrebbero deposto una testimonianza dicendo che tutto quello che avete visto fino a questo momento fosse programmato, cioè che facesse parte di un copione per risollevare gli ascolti del programma. Non è assolutamente così. E’ stata una cosa talmente improvvisa che ho visto io, con i miei occhi, persone che cercavano di fermare in ogni modo Ilary mentre parlava. E poi sicuramente Ilary non è una donna che segue copioni se si parla della sua vita privata. La sua reazione era qualcosa che aveva dentro e che non vedeva l’ora di tirare fuori dopo 13 anni. Era la prima volta che si trovava faccia a faccia con Corona”. 

Signorini ha spiegato di non essere intervenuto durante la lite perché “era una questione privata che riguardava loro due e non il programma. Fossi stato in lei non avrei tirato fuori questa questione al GF Vip, perché non c’entrava nulla, ma capisco la reazione di una donna che aveva una questione da risolvere”. 

Quindi il direttore di Chi ha rivelato che dietro le quinte “c’era Totti insieme ai suoi genitori: erano allibiti. Francesco era abbastanza teso. Fabrizio e Francesco non si sono incrociati, ma neanche noi abbiamo più visto Fabrizio. Sarebbe dovuto tornare in studio dopo l’accaduto ma non è tornato….”.