Silvia Romano poteva essere liberata prima? Le Iene: “Qualcuno ha tardato per intascare parte del riscatto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2020 16:21 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2020 16:21
Silvia Romano poteva essere liberata prima? Le Iene: "Qualcuno ha tardato per intascare parte del riscatto"

Silvia Romano poteva essere liberata prima? Le Iene: “Qualcuno ha tardato per intascare parte del riscatto” (Foto Ansa)

Silvia Romano poteva essere liberata molto prima? E’ quanto sostenuto in un servizio esclusivo delle Iene sulla ragazza italiana rapita tra Kenya e Somalia e rimasta in ostaggio dei suoi rapitori per 535 giorni. 

Tra le supposizioni indagate dalla iena Matteo Viviani, c’è quella secondo cui qualcuno potrebbe aver tardato la liberazione di Silvia per intascare parte del riscatto.

Il servizio comincia con una intervista a Massimo Alberizzi, storico corrispondente del Corriere della Sera, che confessa alle telecamere delle Iene: “Sin da subito non si riusciva a capire gli atteggiamenti delle persone, che lavoravano alla liberazione, sia dei funzionari italiani che di quelli del Kenya. In realtà, non conveniva liberare Silvia Romano, nessuno aveva interesse a farlo”. 

Silvia Romano, le telefonate registrate da Stefano Saraceni

Quindi Viviani raccoglie la testimonianza di Stefano Saraceni, che per 28 anni ha vissuto in Africa equatoriale e fu contattato all’epoca per i suoi contatti in loco. 

Saraceni dà alle Iene la registrazione di alcune telefonate che ha avuto con un funzionario italiano, incaricato di seguire le operazioni per il rilascio di Silvia Romano. 

Nelle telefonate si parla anche di un presunto orecchino di Silvia Romano con microchip incorporato, grazie al quale sarebbe stata localizzata già dal giorno successivo al rapimento.

Il funzionario in un’altra telefonata parla poi della questione soldi. “Siamo nella fase operativa, ora resta il problema soldi. Si è messa in fila tanta di quella gente per i soldi, c’è una fila di sciacalli da ambo le parti, ma quelli che stanno mangiando di più sono gli italiani sciacalli”.

E ancora: “Io con 500mila euro in Kenya li accontento tutti quanti, ma con questi qua ci vogliono 20 milioni. Abbiamo trovato un accordo portiamo in Europa i suoi carcerieri e le loro famiglie, alla polizia locale daremo dei corpi”. Poi il funzionario sparisce: Silvia Romano sarà liberata solo un anno dopo. (Fonte: Le Iene).