Simona Ventura: “Dicevano che facevo uso di droghe, mi hanno fatto smettere di lavorare”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Gennaio 2020 11:20 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2020 11:20
simona ventura intervista

Simona Ventura, l’intervsita a “Da noi…a ruota libera”

ROMA –  Simona Ventura ospite di Francesca Fialdini nella prima puntata del 2020 di “Da noi…a ruota libera”. La conduttrice, nella domenica di Rai Uno, parla dalla sua vita e racconta dei progetti futuri a cui sta lavorando. Poi si scaglia contro le malelingue che, in questi anni, l’hanno ferita molto dicendole ad esempio che faceva uso di droghe. 

In questo anno, Simona sposerà Giovanni Terzi: la Ventura e il giornalista stanno insieme da qualche mese e sono diventati inseparabili. Ora i due hanno deciso di diventare marito e moglie. Al momento, però, non è stata ancora decisa né la data di nozze né il luogo.

Simona confida alla Fialdini che la decisione delle nozze è stata presa: tutto il resto verrà però delineato nei prossimi mesi, compreso il nome dei testimoni.

Simona vede positivamente il 2020 e si appresta a viverlo in modo sereno e felice. Ecco invece cosa pensa di chi in questi anni l’ha insultata: “Le malelingue sono state taglienti e molte mi hanno fatto smettere di lavorare come quando si diceva che facevo uso di droghe, lungi da me. Sono state delle calunnie che hanno lasciato il segno e messo a rischio la tutela dei miei figli” ha aggiunto Simona a “Da noi…a ruota libera”.  

Il 2019 è stato l’anno della mia rinascita – ha proseguito la Ventura -. Sono davvero orgogliosa di essere tornata in Rai”, ha sottolineato. In attesa del secondo matrimonio, Simona Ventura continuerà a lavorare come presentatrice in attesa di passare a lavorare dietro le quinte, pronta a scoprire nuovi talenti come già fatto in passato.

Fonte: “Da noi…a ruota libera”