Simona Ventura e il compagno Giovanni Terzi, volo annullato a Napoli: “Capito le compagnie low cost?”

Il volo WizzAir che Ventura e Terzi avrebbero dovuto prendere dall'aeroporto di Capodichino, a Napoli, è stato cancellato all'ultimo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2022 - 16:29
Simona Ventura e il compagno Giovanni Terzi, volo annullato a Napoli: "Capito le compagnie low cost?"

Simona Ventura e il compagno Giovanni Terzi, volo annullato a Napoli: “Capito le compagnie low cost?” (foto Instagram)

Volo annullato all’ultimo anche per Simona Ventura ed il compagno Giovanni Terzi. La coppia ha trascorso qualche giorno a Capri, come documentato su Instagram dalla conduttrice, ma al rientro ha avuto una brutta sorpresa. 

Il volo WizzAir che Ventura e Terzi avrebbero dovuto prendere dall’aeroporto di Capodichino, a Napoli, è stato infatti cancellato all’ultimo. 

Simona Ventura: “Volo cancellato da WizzAir”

Lo ha denunciato la stessa Simona Ventura su Instagram: “Abbiamo l’aereo davanti agli occhi e non ci fanno salire, ma veramente? Ma stiamo scherzando? Siamo qua da quattro ore. Capito le compagnie low cost? Dovrebbero fare il loro dovere perché noi paghiamo. Occhio a questa compagnia”, ha detto in un filmato. 

Ma Simona Ventura e il compagno non sono certo gli unici passeggeri che hanno dovuto affrontare problemi analoghi. 

La Fto: “Dilagante fenomeno di cancellazioni selvagge di voli estivi da parte delle compagnie low cost”

Come denunciato dalla Federazione Turismo Organizzato di Confcommercio per bocca del suo presidente, Franco Gattinoni, “servono provvedimenti severi e rapidi contro il dilagante fenomeno delle cancellazioni selvagge dei voli estivi da parte delle compagnie aeree low cost. Si stanno moltiplicando le tratte abolite, spesso all’ultimo momento, senza alcuna comunicazione ai passeggeri e soprattutto senza meccanismi di riprotezione che sarebbero dovuti per legge”.

“Le autorità e il governo stesso devono intervenire subito in questo far west – l’auspicio di Gattinoni -. Si tratta di una deprecabile tendenza che si innesta in modo preoccupante sul già delicato momento del Turismo organizzato, in bilico tra la spinta e il desiderio di ripartenza da una parte e le tensioni geopolitiche ed economiche dall’altra. Per costruire un comparto serio e sostenibile – conclude Gattinoni – la programmazione dei voli non può essere modificata di giorno in giorno; facendo così si preservano le statistiche, ma non si dà un vero beneficio al settore, con ripercussioni negative sull’indotto e sulla ricchezza prodotta”.  

Intanto per sabato 25 giugno è stato indetto uno sciopero aereo. Passeggero avvisato…