Solange, sensitivo morto in casa per un malore: il ricordo di Paolo Bucinelli del “nemico” Otelma e dall’amica Luxuria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2021 8:03 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2021 8:19
Solange è morto in solitudine ma non aveva problemi di lavoro tra tv e rubriche giornali

Solange morto in casa per un malore: il ricordo di Paolo Bucinelli del “nemico” Otelma e dall’amica Luxuria (Foto Ansa)

Solange è morto in casa. Probabilmente il sensitivo, volto noto della tv, ha accusato un malore. Paolo Bucinelli (nome all’anagrafe), 69 anni, era un volto noto della tv. A cavallo tra gli anni Novanta e i primi Duemila aveva raggiunto l’apice del successo.

Non si ancora che tipo di malore abbia ucciso Solange: l’unica certezza è che si tratti di un decesso per cause naturali. Alcuni amici avevano provato a chiamarlo negli ultimi giorni ma lui non aveva risposto. Per questo hanno avvisato i vigili del fuoco, che l’hanno poi trovato senza vita all’interno dell’appartamento di Collesalvetti (provincia di Livorno).

Solange morto in casa: le telefonate degli amici

I vigili del fuoco erano stati avvisati da alcuni amici di Bucinelli che si erano preoccupati perché non rispondeva da giorni al telefono. Una volta arrivati a casa gli amici hanno provato a chiamarlo e hanno sentito suonare il cellulare da fuori la porta. A quel punto hanno chiesto aiuto ai vigili del fuoco che una volta entrati nell’abitazione hanno trovato il cadavere sul divano.

Il medico del 118 intervenuto sul posto con i carabinieri ha confermato il decesso che sarebbe avvenuto per cause naturali. Secondo quanto raccolto dai militari Bucinelli era andato al pronto soccorso domenica scorsa per un problema glicemico e poi era stato dimesso.

Il Divino Otelma ricorda Solange con una lite in tv

Il Divino Otelma ha voluto ricordare Solange su Instagram, postando un video di una loro celebre lite a Domenica In. Nel video si vede Solange che dice: “Parliamo di una cosa seria. Io ce l’ho a morte con le persone che prendono i soldi, perché questa è una piccola missione”. Il Divino Otelma rispondeva: “Tu hai la testa vuota Solange. Sei un poveretto senza arte né parte che trascina la sua inutile vita sulle strade del mondo. Quando uno ha la testa vuota come la tua può soltanto tacere e chiedere la misericordia del prossimo”. Solange però ribadì: “Non credete a chi vi chiede i soldi. Fate del bene, è la cosa più bella. Non come lui che vi chiede i soldi. Io non li prendo i soldi”. Otelma chiuse così: “Certo perché nessuno te li dà, è ovvio Solange”.

Vladimir Luxuria ricorda Solange sui social

Anche Vladimir Luxuria ha voluto ricordare l’amico sui social: “Mi mancherai Solange, le tue improvvisazioni poetiche in rima, la stima che nutrivi per me, la tua ‘Luxi’ come mi chiamavi, le previsioni sempre ottimistiche e confortanti, le risate insieme e la follia colorata delle tue chiome e del tuo umorismo. Riposa in pace”. (Fonti: Ansa, Twitter e Instagram)