Spot di Porta a Porta durante Cenerentola, Vespa: “Allarme ingiustificato”

Pubblicato il 8 Dicembre 2010 15:56 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2010 17:02

Bruno Vespa

”Siamo stati sempre molto vicini alle posizioni dell’ Osservatorio sui diritti dei minori, ma stavolta riteniamo non giustificato l’allarme del presidente Marziale a proposito dello spot di ‘Porta a Porta’ nell’intervallo del film ‘Cenerentola’ ”. Bruno Vespa replica così alla denuncia fatta oggi da Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio e consulente della commissione parlamentare per l’infanzia.

”Proprio perché sapevamo di essere ascoltati da un pubblico particolarmente sensibile – fa notare Vespa – abbiamo accuratamente evitato ogni riferimento forte alle vicende che hanno coinvolto Yara e Sarah. Il titolo dello spot era: ‘Come difendere i nostri figli’. E questo purtroppo è un tema all’ordine del giorno di tutte le famiglie con figli pre adolescenti e adolescenti che hanno visto abbassarsi in modo inatteso le soglie di sicurezza verso limiti sempre più difficilmente gestibili. Un tema squisitamente da servizio pubblico, sul quale – come è accaduto già in passato – saremo lieti di coinvolgere lo stesso presidente Marziale”.