Storie Italiane, il fidanzato di Viola Valentino chiede scusa a Riccardo Fogli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 aprile 2019 12:57 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2019 12:58
Storie Italiane, il fidanzato di Viola Valentino chiede scusa a Riccardo Fogli

Storie Italiane, il fidanzato di Viola Valentino chiede scusa a Riccardo Fogli

ROMA – Intervistata da Eleonora Daniele, ospite di “Storie Italiane”, Viola Valentino, l’ex moglie di Riccardo Fogli, parla de tumore contro cui sta combattendo:

“Io sto benissimo, scusate ma sto da Dio, ho vissuto dei pregiudizi per la mia malattia, i gestori hanno paura quando tu dici che hai un tumore, ma è una cosa superata… Nella vita ci sono persone intelligenti ed altre un po’ meno, anche a noi artisti capitano i drammi, e l’importante è superarle: quando sei sereno è bello poterlo dire perché così dai alla forza alle persone che ne hanno bisogno”.

Poi con la Daniele, Viola Valentino parla del nuovo compagno, Francesco, che non aveva preso benissimo la richiesta di Riccardo Fogli dell’annullamento alla Sacra Rota del loro matrimonio, durante il periodo di malattia della stessa cantante: “E’ una cosa di 4 anni fa – specifica lei – io ci rimasi male per la questione della Sacra Rota. Francesco è un istintivo, se lui ti ci deve mandare ti ci manda ma poi gli passa tutto”.

Quindi la trasmissione passa il video di scuse di Francesco: “Vorrei chiedere scusa perché ho usato una parola inappropriata nei suoi confronti, saremmo contenti io e Viola di invitare te e Karin a settembre al nostro matrimonio, vi abbraccio forte, spero di vederti presto”. E tornando su Riccardo Fogli, la Valentina spiega: “Lui ormai si è rifatto la sua vita, ha sofferto molto nel periodo de L’Isola, l’ho visto molto provato perché lo conosco da una vita. Ci siamo sentiti via messaggi e gli ho cercato di dargli forza e mi ha ringraziato del pensiero. Gli ho scritto che ero preoccupata per lui e mi ha detto che sta piano-piano riprendendosi e di stare tranquilla. Riccardo è una persona per bene e buona”. Fonte: Storie Italiane.