Storie Italiane, Roberto Poletti: “Venivo visto come un povero e uno straccione”

di Alessandro Avico
Pubblicato il 3 Ottobre 2019 13:42 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2019 13:42
Storie Italiane, Roberto Poletti: "Venivo visto come un povero e uno straccione"

Roberto Poletti a Uno Mattina

ROMA – Roberto Poletti, conduttore di Unomattina, ospite di Eleonora Daniele nella puntata di Storie Italiane di giovedì 3 ottobre. Intervistato dalla padrona di casa, il giornalista ha parlato molto della sua vita privata rivelando: “Diventare giornalista mi ha aiutato a vincere la timidezza. Io sono nato in montagna, in provincia di Belluno. Ho avuto una famiglia molto umile, che non era certo la più ricca del paese… perciò venivo visto come un povero e uno straccione, perché non ero vestito come gli altri”.

Continuando a parlare del suo passato e della sua famiglia, Roberto Poletti ha poi aggiunto: “Sono stato cresciuto da mia nonna, che mi ha insegnato tanti valori, come onestà, trasparenza e correttezza: tutto ciò che serviva per essere un ragazzo perfetto. Nella vita, però, ad un certo punto ti accorgi che quei valori ti servono per capire che devi fare il contrario. Il mondo va un po’ al contrario: i valori è impottante averli, ma tirandoli fuori quando servono”. (Fonte Storie Italiane).