Striscia la Notizia, guerra Antonio Ricci-Mediaset per…

Pubblicato il 7 ottobre 2015 16:30 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2015 16:30
Striscia la Notizia, guerra Antonio Ricci-Mediaset per...

Striscia la Notizia, guerra Antonio Ricci-Mediaset per…

MILANO – Guerra fredda, e neppure troppo fredda, tra Antonio Ricci (la mente di Striscia la Notizia) e Mediaset. Guerra che scoppia, secondo quanto riporta Andrea Amato su TvZoom per colpa di Cologno Monzese.

Fino all’anno scorso, infatti, il Tg veniva registrato negli studi di Milano 2. Da quest’anno, invece, tutta la baracca è stata trasferita a Cologno Monzese. Circostanza vissuta, come riportava Dagospia qualche settimana fa, come una “deportazione” da Ricci. E in effetti, quando ci fu la conferenza stampa di presentazione, Ricci non fu affatto tenero. Ricorda Amato che Ricci si presentò così:

«La sfiga di Cologno Monzese è nota in tutta Italia. Quando arrivi dalla tangenziale senti le urla dei fantasmi delle trasmissioni cancellate o mai mandate in onda. A noi di Striscia la notizia ci hanno deportato qui per avere qualcosa di vivo, oppure per ammazzare qualcosa di forte»

Ora, osserva Amato, è chiaro che quelle della conferenza stampa non erano solo battute. 

(…)invece no, è proprio guerra aperta tra il padre dell’access prime time di Canale 5 e Mediaset. Questa seraStriscia ha mandato la sigla di chiusura alle 20.57, facendo saltare non solo il preziosissimo All 21, lo spot di un minuto a reti unificate, ma anche tutto il palinsesto dell’ammiraglia di Cologno Monzese, che da venti minuti ha in onda un “aspettandoL’onore e il rispetto”, in attesa che finisca Affari Tuoi su Rai 1, per non mandare in tilt le strategiche sovrapposizioni Auditel.

Resistenza passiva, ma neanche tanto. Cosa avrà fatto, allora, saltare il banco tra Ricci e Piersilvio Berlusconi? Forse le recriminazioni aziendali dell’autore genovese: «Ci hanno deportato qui perché gli studi sono vuoti, quest’azienda non produce più»? Oppure gli attacchi diretti ai dirigenti del Biscione, fedelissimi di Piersilvio: «Finalmente abbiamo conosciuto Marco Giordani (amministratore delegato di Rti, ndr), il Lele Mora di Mediaset. Pettegolezzi di cortile dicono che sia il responsabile del fallimento dell’operazione Endemol, costata all’azienda 320 milioni di euro»? Ah, saperlo…