Striscia la Notizia, scuse a Fedez: “Vogliamo bene a Leone, ma non ci dispiace che tu sia attapirato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 10:02 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 10:02
Striscia la Notizia, le scuse per Leone ma non per Fedez

Striscia la Notizia, scuse a Fedez: “Vogliamo bene a Leone, ma non ci dispiace che tu sia attapirato”

MILANO – Striscia la Notizia chiede scusa al piccolo Leone per l’ironia in diretta, ma non a Fedez. Il papà del giornale satirico Antonio Ricci in un comunicato sottolinea che Striscia è sempre stata “dalla parte dei bambini”, spiega di voler bene a Leone ma di non essere dispiaciuto per averlo fatto “attapirare”. Anzi, sarebbe ben lieto di consegnare al rapper un altro Tapiro d’oro.

La diatriba tra Striscia e Fedez è nata dopo una battuta sull’operazione alle orecchie di Leone, il figlio che il rapper ha avuto dalla influencer e fashion blogger Chiara Ferragni. Su Twitter il rapper aveva attaccato il tg satirico: “Proprio qualche giorno fa sottolineavo quando fosse spiacevole fare ironia di bassa lega sull’operazione di Leo, poi la medesima battuta che non fa ridere è stata pedissequamente ripresa da Striscia mettendoci due risate registrate sopra. Bravi complimenti”.

La risposta di Striscia non si è fatta attendere e così in una nota Antonio Ricci scrive: “Carissimo Federico Lucia, detto Fedez, siamo sempre stati dalla parte dei bambini. Non abbiamo mai fatto ironia sui più piccoli (certo, esclusi Brunetta e Berlusconi). Vogliamo bene a Leone e ieri gli abbiamo fatto anche tanti auguri per una buona convalescenza. Avremmo avuto da ridire se tu l’avessi chiamato Tapiro: la battuta era su di te, non sul bambino, e non c’erano neppure le risate finte. Non ci spiace che tu te la sia presa, perché è tutto un diabolico “GOMBLOTTO” per farti attapirare. Una scusa per darti un altro Tapiro e cominciare a colmare quel ripiano vuoto della tua libreria, accanto a quello sul quale fanno già bella mostra tre Tapiri. Siamo i tuoi arredatori di fiducia e vorremmo sperare che ti tatuassi sul tuo adorabile corpo: “Greggio e Striscia, gli artigiani della qualità”.