The Bridge, Diane Kruger torna con la seconda stagione (FOTO-VIDEO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2014 9:52 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2014 9:52

ROMA – Diane Kruger torna sugli schermi tv con la seconda stagione di The Bridge. La Kruger veste ancora una volta i panni di Sonya Cross, detective di El Paso affetta da sindrome di Asperger. La serie andrà in onda dal 10 luglio su Fox Crime, sia in italia che negli Stati Uniti. Al fianco della Kruger resta l’attore Demian Bichir, che interpreta il detective messicano Marco Ruiz.

Silvia Bizio su Repubblica riporta le parole della Kruger, che descrivendo il suo personaggio precisa di non voler essere “solo un attrice con un tic”:

“È vero che Sonya vive una condizione che sembra intaccare la sua vita personale. Eppure quello che la rende diversa è l’abilità di concentrarsi e vedere le cose da un punto di vista alternativo, e in questo l’Asperger è un ostacolo ma anche a suo modo un vantaggio. Non avevo molta esperienza con l’autismo, prima di accettare il ruolo, così mi sono appoggiata all’associazione Autism Speaks e a un consulente, Alex Plank, affetto da Asperger, che mi ha permesso di fargli tutte le domande più complesse. Osservarlo e vederlo lottare, perdere a volte il controllo, ha aiutato molto. Potevo chiedergli ‘che sta succedendo ora nella tua testa?’. Le sue spiegazioni sono state fondamentali per me. In questa seconda stagione, anche se non capisco al cento per cento cosa può passare una persona con l’Asperger, mi sento più a mio agio nei panni di Sonya. E ho sviluppato un infinito affetto per lei, la trovo una donna meravigliosamente complicata”.

Non solo televisione per la Kruger, che durante le riprese di The Bridge ha preso parte al nuovo film di Gabriele Muccino. L’attrice e modella infatti interpreta in Fathers and daughters la cognata alcolizzata di Russel Crowe:

“Conosco Gabriele da quando è venuto a Los Angeles per La ricerca della felicità, e siamo molto amici. Lo adoro. È un pazzo, così italiano… Nel film sono una donna con frequenti crisi isteriche, lui urlava e mi diceva: falla più italiana, più italiana! E intanto agitava le braccia. È stato un assoluto divertimento”.

(Foto LaPresse)