The Voice, Simona Ventura esulta: “Contenta per gli ascolti. Mio competitor Le Iene e non il GF”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 aprile 2019 17:20 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2019 17:21
The Voice, Simona Ventura esulta: "Contenta per gli ascolti. Mio competitor Le Iene e non il GF"

The Voice, Simona Ventura esulta: “Contenta per gli ascolti. Mio competitor Le Iene e non il GF”

ROMA – Esordio di tutto rispetto per la nuova edizione di The Voice of Italy, targata Simona Ventura che, intervistata dall’Adnkronos si dice “molto contenta del risultato”. “La cosa che mi ha reso ancora più felice – ha aggiunto – sono i tantissimi messaggi di affetto e di complimenti ricevuti dopo la trasmissione”.

La conduttrice che con la prima puntata del talent show di RaiDue ha totalizzato 2.435.000 spettatori e l’11.15% di share, è stata battuta da Barbara D’Urso che non ha potuto fare a meno di gioire pubblicamente: “Ieri la terza puntata del GF16 ha vinto la serata!!! Una media del 17,7% di share con picchi di oltre il 30% di share e di oltre 4 milioni di spettatori!! In una serata superaffollata come quella di ieri siamo stati di gran lunga il programma più visto della serata!!! Grazieeeeee!!!”, ha scritto la signora di Canale 5

Ma SuperSimo ci tiene a specificare che il suo competitor di riferimento sono Le Iene (1.697.000 spettatori e il 9.88% di share) e non il Grande Fratello.

“Ieri era una serata difficilissima – ha spiegato ancora all’Adnkronos – Con tutte le reti accese. Per carità, sono onorata della scelta di Mediaset di schierare anche Grande Fratello ma il mio competitor naturale resta Le Iene su Italia 1, che poi è anche parte della mia storia”, ha sottolineato. “Comunque la competizione fa bene a tutti. Io la vivo come uno stimolo a fare del mio meglio”, ha confessato.

Simona Ventura dunque non si arrende e osserva che “il nostro obiettivo era creare maggior ritmo e empatia col pubblico possibile. E credo che un po’ ci siamo riusciti”. Poi ha aggiunto: “Sono molto felice degli ottimi segnali sulla crescita del pubblico giovane e giovanissimo che è il nostro target di riferimento. Insomma un buon inizio. Ora, avanti così! Anche perché la nostra missione è quella di trovare una o più voci che durino ben oltre la trasmissione.

Infine, a proposito del suo rientro in Rai dopo gli anni trascorsi prima a Sky, poi ad Agon Channel e Mediaset, ha precisato: “È stato bello ritrovare Carlo Freccero e ritrovare un’appartenenza. Devo dire che mi ha colpito vedere molto come tutte le trasmissioni dell’azienda mi abbiamo aperto le porte per la promozione del programma”. (Fonte: Adnkronos)