Tommaso Paradiso: “Mio padre mi ha abbandonato da piccolo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2020 14:40 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2020 14:40
Tommaso Paradiso: "Mio padre mi ha abbandonato da piccolo"

Tommaso Paradiso: “Mio padre mi ha abbandonato da piccolo” (Foto Ansa)

ROMA – “Mio padre mi ha abbandonato da piccolo”. Tommaso Paradiso si racconta a Maurizio Costanzo nella puntata di giovedì 4 giugno, terzo appuntamento con “L’intervista” in seconda serata su Canale 5. “Di recente mio papà si è fatto vivo ma non ho risposto”, confessa il cantante.

 “Mia madre mi ha cresciuto da sola e diceva che soffrivo molto quando mio padre andava continuamente via di casa  – racconta Tommaso Paradiso – Avevo pochissimi mesi.

Mi mettevo davanti alla porta per non farlo andare via. Terribile. Poi mia madre gli ha detto: ‘Guarda che questo ragazzino non può continuare con questi sbalzi di umore, i pianti: o fai il padre o non fai il padre’.

Lui non se l’è sentita e se ne è andato via. Di recente si è fatto vivo. non gli ho neanche risposto”.

“La cosa paradossale – prosegue Tommaso Paradiso – è che mi ha commentato un post su Instagram: avevo pubblicato una foto con Carlo Verdone e ho scritto: ‘Forse cerco solo un padre’ abbracciando Verdone che, per me, è come se fosse stato un padre. Vedo tra i commenti, questa persona che scrive: ‘Tu guarda che un padre ce l’hai sempre avuto’… E poi scopro che è lui…”.

Il cantante parla quindi della rottura con la band The Giornalisti. “Qualche giorno dopo l’ultima data del Tour di Love (2019), entra nei TheGiornalisti questo avvocato che rompe le carte in tavola, Se non ci fosse stata questa figura- che avrebbe creato veramente dei brutti casini tra di noi- forse saremmo stati ancora insieme”.

E su una possibile reunion Paradiso spiega: “No, nella vita non sono mai tornato indietro su qualcosa. Non credo nelle minestre riscaldate (…) Ormai è uscita tanto fuori la mia vena cantautorale, questo ha portato anche allo scioglimento… Gli ultimi due dischi li ho fatti da solo praticamente. Marco e Marco suonavano dal vivo”. (Fonte L’Intervista).