tv

Sky sul digitale terrestre: Mediaset ricorre alla Corte di Giustizia Europea

Mediaset è ”assolutamente sconcertata” della decisione presa oggi dalla Commissione europea sullo sbarco anticipato di Sky sul digitale terrestre e annuncia ricorso alla Corte di Giustizia Europea.

”Riteniamo che le condizioni fissate dalla commissione nel 2003 – si legge in una nota dell’azienda – che impedivano a Sky di entrare nella tv digitale terrestre sino al 2012 in virtù della sua posizione dominante sul mercato pay siano ancora valide, come del resto il market test svolto tra tutti gli operatori italiani ha sostenuto.

“Con questa decisione – prosegue la nota di Cologno Monzese –  si autorizza il monopolista della televisione satellitare e pay, non dimentichiamo che Sky detiene il 99,8% della pay tv satellitare e l’86% della tv a pagamento, a operare nel mercato free e lo si autorizza a entrare in possesso degli asset frequenziali già insufficienti per gli operatori attuali”. ”Per questo Mediaset – conclude la nota – ricorrerà contro tale decisione alla Corte di Giustizia Europea”.

Riguardo alla decisione della Commissione, la commissraia Viviane Reding ha risposto alle domande dei giornalisti dicendo che “C’è stato consenso” sulla proposta del collega Almunia all’ingresso anticipato di Sky sul digitale terrestre.

”Si è discusso largamente”, ha quindi aggiunto Reding alle insistenze dei giornalisti senza voler aggiungere molto di più se non che è ”probabile” che ci sia chi tra i commissari presenti sulla questione una riserva scritta.

To Top