Tv, su Telepadania la via crucis di Wojtyla in dialetto lombardo

Pubblicato il 20 Aprile 2010 18:07 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2010 18:07

Papa Giovanni Paolo II

Le parole di Karol Wojtyla in dialetto lombardo. È la novità proposta da Telepadania, l’emittente vicina alla Lega Nord, e legata alla valorizzazione delle lingue regionali.

Venerdì alle 21:10, all’interno della rubrica “Le nostre lingue”, verrà trasmessa la via Crucis scritta da papa Giovanni Paolo II nel 1984, e tradotta in lingua cremonese da Agostino Melega, esperto di dialetti della pianura padana.

“Un’operazione – spiega il direttore dell’emittente Roberto Fiorentini – che vuol essere, in questo tempo ancora pasquale, un omaggio al pontefice di cui si ricorda in questo mese i cinque anni dalla scomparsa. Non solo: vuole anche dimostrare che la lingua regionale bene esprime i sentimenti religiosi anche quelli più intensi e profondi. Il lavoro di Melega punta proprio a questo”.

La lettura delle quattordici stazioni, a cura dello stesso Agostino Melega, è avvenuta nell’antica chiesa di San Gottardo a Brescia.