Tv Usa/ Giornalisti: l’informazione e i sentimenti, destra e sinistra si contendono il pubblico

Pubblicato il 31 Marzo 2009 10:49 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2009 11:47

Destra e sinistra si contendono il favore del pubblico, attraverso i grandi network della tv via cavo, con una forma di giornalismo che sta incontrando il  crescente favore dei giovani: giornalisti che sono anche attori e presentano le loro informazioni facendo ridere, talvolta piangere, sempre facendo appello ai sentimenti, andando oltre la fredda e rigorosa presentazione cui ci hanno abituato gli “anchor” tradizionali. Qualcosa che abbiamo anche in Italia, da qualche tempo, con programmi come Striscia la notizia o le Iene.

L’ultima star è un personaggio di Fox news, che con il suo programma alquanto di destra raduna davanti alla tv 2,3 milioni di spettatori a un’ora difficile come le cinque del pomeriggio e che ha contribuito a fare risalire la share del suo network, dopo le elezioni presidenziali che hanno visto la vittoria trionfale del candidato di  sinistra, Barack Obama. Si chiama Glenn Beck e il New York Times gli ha dedicato un profilo definendolo: pazzo, apocalittico, lacrimevole.

Gli fa da contrappeso Jon Stewart, liberal, cioè di sinistra, che  peraltro non risparmia nessuno dai suoi attacchi,  meno che mai il presidente Obama.

Ma, come cantava Lucio  Dalla, «l’America è lontana, l’altra faccia della luna…»