Uomini e Donne, scoppia lo scandalo Sara Affi Felli. Nicola Panico: “Ecco come abbiamo ingannato la trasmissione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2018 15:58 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2018 15:58
Uomini e Donne, scoppia lo scandalo Sara Affi Felli. Nicola Panico: "Ecco come abbiamo ingannato la trasmissione"

Uomini e Donne, scoppia lo scandalo Sara Affi Felli. Nicola Panico: “Ecco come abbiamo ingannato la trasmissione”

ROMA – Qualche giorno fa la redazione di Uomini e Donne aveva smascherato le bugie della tronista, ed ex concorrente di Temptation IslandSara Affi Felli. Tronista che, durante il trono, si era finta single quando in realtà era impegnata. A smascherarla è stato proprio il fidanzato dell’epoca Nicola Panico che in diretta ha confessato tutto.

Nicola ha deciso di vuotare il sacco dopo che Sara ha ufficializzato via social la storia con il nuovo compagno, il calciatore del Torino Vittorio Parigini (nelle ultime ore però quest’ultimo ha dichiarato su Instagram di aver interrotto la relazione con lei). “Ho subito molte pressioni da parte sua e della sua famiglia per non parlare, mi hanno fatto sentire in colpa. Ora voglio difendermi, mi hanno rovinato la vita. Mi sono fidato, lei mi diceva che era tutto finto, compresi i baci. Dopo che sono uscite le foto con Parigini mi è però venuto il dubbio che mi avesse tradito anche a Uomini e Donne”.

 “Lei – racconta ancora Nicola – si è guadagnata i soldi con i follower, ha firmato contratti lavorativi. Io non ho guadagnato un centesimo, le ho retto il gioco solo per amore. Diceva che lo faceva per noi, per formare una famiglia insieme”. E ancora: “Mi diceva che non voleva scegliere, ma che era stata obbligata dalla redazione a farlo. Quando ha scelto Luigi pensavo che anche lui recitasse, che fosse d’accordi, ma poi ho capito che non era così. Lui è stato preso in giro quanto me”.

“Mi ha accantonato per il calciatore di serie A – conclude Nicola – Calciatore che può permettersi di fargli i regali costosi. Le ha regalato una borsa da 3500 euro, io ci metto tre mesi per pagarla. Mi ha usato per arrivare al suo scopo proprio come ha usato il programma. Vorrei chiedere scusa a Maria, al pubblico e agli altri ragazzi per quello che ho fatto”.