Usigrai: “Il 20 luglio sciopero dei giornalisti. Monti eviti l’ingovernabilità”

Pubblicato il 5 Luglio 2012 10:03 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2012 10:15

ROMA – No a una Rai ingovernabile: i giornalisti sciopereranno il 20 luglio. Ma “l’azionista ovvero il Presidente del Consiglio può evitarlo”. E’ quanto annuncia in una nota il segretario Usigrai Carlo Verna, mentre la commissione di Vigilanza si riunisce nuovamente per il rinnovo del cda della tv pubblica. Verna apre anche all’ipotesi di “un provvedimento di legge che cambiando con urgenza le attuali norme porti, come Monti ha annunciato quasi un mese fa, all’insediamento immediato dei vertici designati”.

”Il trattamento riservato alla Rai,ai suoi dipendenti e ai suoi utenti che sono poi i cittadini è una vergogna nazionale, chi ha determinato una situazione del genere dovrebbe arrossire. Di fronte a questo livello di irresponsabilità – sottolinea Verna nella nota – ci è pesato particolarmente dover rispettare le norme che differiscono nel tempo la protesta nei servizi pubblici essenziali. L’abbiamo fatto nel convincimento che le risposte vadano date sempre nel rispetto della legalità. La data fissata per lo sciopero dei giornalisti della Rai è il 20 luglio. L’azionista ovvero il Presidente del Consiglio può evitarlo”.

“Da troppo tempo – continua il segretario dell’Usigrai – sosteniamo che la Gasparri sprigioni solo veleni e che così la partitocrazia uccida il servizio pubblico”.