Valentino Rossi annuncia il ritiro. Ma su Dazn non si sente l’audio, ira degli utenti

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Agosto 2021 17:51 | Ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2021 17:52
Valentino Rossi annuncia il ritiro a fine stagione. Ma su Dazn non si sente l'audio, ira degli utenti

Valentino Rossi annuncia il ritiro a fine stagione. Ma su Dazn non si sente l’audio, ira degli utenti

La notizia corre su tutti i social e i giornali: Valentino Rossi ha annunciato il suo ritiro dalle corse a fine stagione. Ma per gli utenti di DAZN la notizia è arrivata per così dire “in differita”. 

Il Dottore, 42 anni, 25 trascorsi nel circuito dall’esordio nella classe 125 del 1996, ha comunicato la sua decisione in una conferenza stampa trasmessa in diretta sia su Sky Sport che su Dazn, ma sul servizio di streaming qualcosa è andato storto.

Tutta la prima parte della conferenza stampa, quella in cui c’è stato lo storico annuncio, è andata in onda su Dazn senza audio. 

Valentino Rossi senza audio su Dazn, le proteste degli utenti

Inutile dire che il disguido ha mandato su tutte le furie gli utenti di DAZN che sui social stanno protestando in modo molto vigoroso.

Qualcuno commenta sarcastico: “Wow, #ValentinoRossi annuncia il suo ritiro dalle corse, praticamente la conferenza stampa del secolo per gli appassionati di motori, e DAZN ha la brillante idea di trasmetterla SENZA AUDIO… Troppo magico sto futuro…”.

L’audio è stato attivato alle 16.32 e non è nemmeno prevista una traduzione simultanea, visto che la conferenza stampa è tenuta in lingua inglese.

Valentino Rossi, la decisione difficile

Tutto è filato liscio invece per chi era sintonizzato su Sky Sport. Il 9 volte campione del mondo ha spiegato così la sua scelta: “È stata una decisone difficile ma bisogna comprendere che in tutti gli sport i risultati fanno la differenza. Penso sia la strada giusta. Quando ho iniziato il campionato volevo continuare, ma bisognava capire se ero abbastanza veloce e nel corso della stagione i risultati sono stati inferiori alle aspettative”.

“Non sono felice – ha aggiunto – ma anche se dovessi fare un altro anno, l’anno prossimo non sarei contento. È stato difficile perché avrei l’opportunità di gareggiare con il mio team, con mio fratello, mi sarebbe piaciuto ma va bene così, credo. Abbiamo ancora metà stagione, sarà più difficile quando si arriverà all’ultima gara”.