Valerio Merola torna in Rai: una “Trota” che aiuta un’altra “Trota”?

Pubblicato il 13 agosto 2010 19:46 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2010 19:47

E’ polemica per il rientro in Rai di una vecchia conoscenza, Valerio Merola. Dopo aver partecipato a “Domenica In” e “Fantastico”, come a molte altre trasmissioni, torna in televisione il “Trota”.

Merola andrà in onda ogni mattina su Rai 2, dalle 11,30 alle 13, con “La giostra sul Due”. A fargli compagnia c’è il polpo Miranda, spacciato come la cugina del polpo Paul, figura centrale agli ultimi mondiali di calcio in Sud Africa. Ma c’è anche il prof. Paolo De Nardis, con cattedra in Sociologia alla Sapienza di Roma che, tra mille altri incarichi, riesce a trovare il tempo per comparire in televisione.

Gli si affianca Rosanna Cancellieri per disquisire sulla differenza fra il contatto reale e quello virtuale dei social network, non nascondendo di essere a favore del primo. E poi ballerine improbabili, squinzie opinioniste dal futuro roseo.

Questa è la Rai? Lo showman fa sapere che, per diritto di cronaca, è giusto considerare il programma “un contenitore di cazzeggio estivo” ma ricorda che la trasmissione è autoprodotta, a costo zero per la televisione pubblica, non specificando però da chi e ricordando la tanto acclamata austerità mai messa in atto al momento di firmare contratti in Rai. Ma soprattutto ci tiene a far sapere che parlare di Valerio Merola significa nominare un professionista, che può “correttamente fregiarsi del titolo di conduttore”.

Sembrano dunque lontane le accuse di favori sessuali in cambio un posto in tv. L’accusa di aver chiesto prestazioni sessuali a giovani ragazze in cambio di chance televisive, seppur caduta nel nulla, segnò seriamente la sua carriera. Peggio fu soltanto l’ardita difesa con cui si scagionò: troppo dotato per le gentili pulzelle in questione, le misure assai virili non avrebbero consentito il tipo di rapporto denunciato dalle accusatrici. Di qui l’eterno soprannome di “Merolone”, e un difficile ritorno al lavoro tra ospitate varie e Isola dei Famosi.

Ma, come riporta il Fatto Quotidiano, il colpo di fortuna è arrivato sotto le forme ricciute di Renzo Bossi, il figlio del Senatur allevato a raduni leghisti e selezioni di Miss Padania. Proprio nei pressi di una passerella è scoccata l’amicizia tra Renzo e Valerio, un rapporto che lo showman ha definito ormai intimo: “Sono come un fratello maggiore per lui” ha confessato a Vanity Fair. Due trote per un posto in Rai, difficile pensare solo ad un’amicizia senza fini ulteriori.