Verissimo, Adriana Volpe: “Giancarlo Magalli non mi ha mai sopportata”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2019 19:09 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2019 19:09
Adriana Volpe e Giancarlo Magalli

Adriana Volpe e Giancarlo Magalli (Foto Ansa)

ROMA – Adriana Volpe rivela tutta la verità sul suo rapporto con Giancarlo Magalli: “Non mi ha mai sopportata. Quando ho denunciato la Rai mi ha mandata via”, ha raccontato la conduttrice ospite di Silvia Toffanin a Verissimo. 

Volpe ha ricordato i suoi trascorsi con Magalli e ha parlato del suo presente: “Sono tranquilla, credo che quando hai avuto un percorso come il mio, quando hai diversi anni di carriera alle spalle, quando hai lavorato con persone importanti, come ad esempio Fabrizio Frizzi che mi ha insegnato giorno per giorno questo lavoro, sono serena. Quando sai fare una professione puoi andare avanti. Ho sofferto, ho iniziato a soffrire dal 2017 quando Giancarlo Magalli ha iniziato ad offendermi, non solo in tv, ma anche sui social, sono stata male. Noi abbiamo lavorato insieme per 7 anni. Poi durante una diretta parlando di un articolo sulla mezza età ho detto che aveva la sua età, 70 anni, e da quel momento qualcosa è cambiato, forse aveva un nervo scoperto. Non si può stare simpatiche a tutti, ma mi deve rispettare”.

Adriana Volpe ha poi notato che le donne che hanno lavorato accanto a Magalli sono cambiate spesso: “Lui ama il fatto che il programma si identifichi solo con lui. Dopo il terzo anno ha iniziato a chiedere di cambiare, ma la squadra funzionava e sono rimasta altri 4 anni. Ma lui non mi sopportava. Io sollevai il problema, ma l’azienda per cui lavoravo (la Rai, ndr) non ha risolto il problema, ma ha considerato me un problema. Io non auguro a nessuno quello che ho passato io. Fu un colpo al cuore, mi aspettavo un segnale, una protezione, dire quello che lui insinua tira dentro anche la Rai, eppure mi è arrivata in risposta una lettera di richiamo. Io ho fatto 20 anni in Rai, ho un ricordo meraviglioso, ma quest’anno si è chiuso un capitolo, non so cosa succederà in futuro. Io ho sollevato un problema, loro hanno avuto l’esigenza di spostarmi a Mezzogiorno in Famiglia e ora hanno chiuso il programma. Lo accetto, ma mi domando: quale persona avrà il coraggio di denunciare soprusi o angherie, se vedono che quello che rischi è che perdi il lavoro?”. (Fonte: Verissimo)