Verissimo, Barbara d’Urso a Silvia Toffanin: “La tua maglia è trasparente…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2020 20:55 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2020 20:55
Verissimo, Barbara d'Urso

Barbara d’Urso nello studio di Verissimo

ROMA – Siparietto tra Barbara d’Urso e Silvia Toffanin a Verissimo.

La Toffanin, infatti, è stata rimproverata dalla conduttrice di Pomeriggio 5 per la sua maglia “troppo trasparente“. “Come stai?”, le ha chiesto Silvia Toffanin. “Benissimo tu?”, le ha risposto Barbara D’Urso che, neanche il tempo di finire la frase, è poi partita in quarta: “Ma che sei pazza, ma sei trasparente!”, ha detto alla padrona di casa.

“No ma non si vede niente”, ha replicato questa spiazzata. “No, si vede eccome, copri subito con i capelli!“, ha rilanciato Barbara. Al che Silvia Toffanin le ha replicato: “Scusa ma tu sei nuda e io devo vestirmi da suora?“. “Ma che c’entra! Io sono più grande di te e posso, tu sei ancora piccola e sei un poco trasparente, attenzione”. 

Dopo il siparietto è poi iniziata l’intervista di Silvia Toffanin a Barbara d’Urso.

La d’Urso nell’intervista ha parlato anche della presunta storia con Filippo Nardi. “Smentisco, io e Filippo siamo amici, non ci siamo dati mai nemmeno un bacio”. 

Barbarella è stata premiata dal Corriere della Sera come donna della tv più influente del decennio. “Questa è una notizia choc, non me la aspettavo per niente anche perché ci sono nomi pazzeschi della televisione che hanno fatto di più – ha raccontato in studio –  Ho vinto con più del 47% quindi quasi uno su due ha votato per me. Ringrazio tutti gli amici dei social perché questa cosa che mi è nel cuore. Questi 10 anni ho fatto tante cose diverse, da reality, a Pomeriggio cinque, cronaca, fiction. Sono una donna che si butta, non faccio mai passi indietro e quando c’è da essere in prima linea io ci sono, quindi forse è anche per questo”.

Poi la risposta alla Toffanin che le chiede di Giletti (che ha attaccato la d’Urso nei suoi programmi). “Io sottolineo sempre di essere sotto testata giornalistica, perché ne sono orgogliosa, e sai bene che è così – precisa la d’Urso (…). Fare la distinzione tra testata giornalistica migliore o meno credo sia poco costruttivo”.

Fonte: Verissimo.