“Verissimo”, Iva Zanicchi: “Sanremo? Spero che Gerry Scotti il prossimo anno…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2019 9:51 | Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2019 9:51
"Verissimo", Iva Zanicchi: "Sanremo? Spero che Gerry Scotti il prossimo anno..."

“Verissimo”, Iva Zanicchi: “Sanremo? Spero che Gerry Scotti il prossimo anno…”

ROMA – Intervistata da Silvia Toffanin, ospite di “Verissimo“, Iva Zanicchi si è detta delusa da Claudio Baglioni: “Sarei voluta tornare a ‘Sanremo’, ma Baglioni non mi ha invitata. Ha fatto bene. Che se ne fa di una vecchia? Oddio ha solo qualche anno meno di me…”.

“Ma gli avevi mandato una canzone oppure no?” chiede la Toffanin. “No, no, non l’ho mandata – spiega la cantante –  Se mi avesse invitato io la canzone ce l’avevo. Però, mandarla… Non era neanche carino che lui poi mi dicesse ‘Iva ti ho scartato’. Gli spaccavo la faccia con un cazzotto nei denti. Per cui, no, non l’ho mandata. Se lui mi voleva poteva dirmi ‘Iva ti piacerebbe se…'”.

La Zanicchi ha poi lanciato una provocazione: “Il prossimo anno spero che ‘Sanremo’ lo condurrà Gerry Scotti. Se lo merita ed è un grande conoscitore della musica. Con lui parteciperei volentieri…”.

“Ma con che canzone avresti voluto partecipare?” chiede ancora la Toffanin. “Di canzoni – spiega – ne ho tantissime, le tengo tutte lì. Sono tutte veramente belle, da quella che mi ha scritto Bacalov – e che è veramente una canzone bella, ma che ormai non presenterei più perché è stata scritta 3 o 4 anni fa – a tante altre, molto belle. Io sono pronta, anche per chiudere un cerchio”.

“Non per fare la piagnona – conclude  ma chi se ne frega se non mi ha invitato Baglioni, però, voglio dire… Proprio per chiudere un cerchio che ho aperto tanti anni fa. Io sono nata a ‘Sanremo’, ne ho vinti anche tre, sono arrivata terza e voglio ricordare un grandissimo che è Sergio Endrigo che ha scritto ‘L’Arca di Noé’, che non è per niente una canzone da bambini ma un testo bellissimo che parlava di cose del futuro. Va beh… Gerry preparati eh, che gli facciamo un cu…”.