Verissimo, Ivan Cottini: “La mia battaglia con la sclerosi multipla”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 maggio 2019 16:08 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2019 20:20
Verissimo, Ivan Cottini: "La mia battaglia con la sclerosi multipla"

Verissimo, Ivan Cottini: “La mia battaglia con la sclerosi multipla”

ROMA – Intervistato da Silvia Toffanin, ospite nel salotto di “Verissimo”, Ivan Cottini, ex ballerino di “Amici”, racconta la sua battaglia contro la sclerosi multipla:

“Facevo il modello – racconta –  una sera mi sono addormentato invincibile e padrone del mondo e mi sono risvegliato fragile e piccolo così. Non vedevo da un occhio, avevo difficoltà a stare in piedi e mi ero fatto la pipì addosso. Facevo una vita un po’ sregolata e pensavo fosse una conseguenza di questa, così mi sono rimesso a dormire, ma al mio risveglio stavo peggio e lì mi sono allarmato molto”.

“Dopo la diagnosi – continua – ho reagito malissimo. Avevo 27 anni, il mio corpo stava cambiando e non avevo neanche il tempo di metabolizzare le cose. Sono uscito di testa e anche la mia famiglia perché questa è una malattia che risucchia tutte le persone care che ti stanno intorno. Il primo anno ero seguito dallo psicologo e dallo psichiatra perché pensavano potessi fare qualcosa di brutto!”.

5 x 1000

“Nella fase iniziale – racconta ancora – quando persi tutto, persi anche la fidanzata con cui stavo da tempo. Però poi è arrivata Valentina, una pazza che veniva a trovarmi sempre in ospedale. Ci siamo conosciuti in ospedale, fidanzati in ospedale, abbiamo fatto tutto in ospedale, anche la prima cena e la prima volta a letto insieme”.

“Il mio sogno? Volevo diventare papà a tutti i costi e così senza dire niente ai medici ho sospeso all’improvviso tutti i farmaci. È stata una scelta d’impulso, ma alla fine è arrivata Viola. Lo desideravo tantissimo”.