Verissimo, Rocco Casalino a Silvia Toffanin: “Mi rividi al Grande Fratello, ma quello è gay!”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Febbraio 2021 18:43 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2021 18:43
Verissimo Rocco Casalino

Verissimo, Rocco Casalino presenta l’autobiografia (Ansa)

Verissimo, Rocco Casalino sulla sua vita, l’amore, la carriera impervia di un ex del Grande Fratello. Sulla politica (ma qui glissa, a breve deciderà, ma intanto ringrazia Berlusconi che con le tv ha dato una mano al governo sulla pandemia).

Sulla sua sessualità: di cui ha compreso la vera natura, proprio riguardandosi in tv (“ma quello è gay!”). 

Verissimo, Rocco Casalino presenta l’autobiografia “Il portavoce”

Uscito dalla casa del Governo, l’ex portavoce di Giuseppe Conte continua il tour promozionale dell’autobiografia fresca di stampa. Appunto, “Il portavoce”, di cui abbonda lo spoileraggio televisivo.

A Verissimo su Canale 5, nello studio  di Silvia Toffanin scorrono le pagine del libro e le immagini di un’esistenza multipla, dai difficili inizi alla notorietà prima effimera poi 

Tornando al GF, si capisce che tutta l’esperienza l’abbia segnato in maniera indelebile. Lui dice “marchiato”. Se ce l’ha fatta, rivendica, non è per il GF, ma “nonostante” il GF.

“Con i gettoni Mediaset ho pagato i debiti di mamma”

“Un paio d’anni di celebrità”, poi rapidamente scivolati in una ventina di insulti e discriminazioni. Ma fu anche, il GF, un modo di racimolare qualche soldino (e i ricordi vanno ai 200 euro mancanti per rilegare in pelle la tesi di laurea, agli inizi stentati in un call center nonostante la laurea di ingegnere…).

Però, con i gettoni d’oro Mediaset ci ripagò i debiti dell’amarissima madre. E, appunto, rivedersi in tv fu quasi una rivelazione. Sentiva di provare attrazione per i ragazzi, ma la questione l’aveva se non rimossa, almeno messa in stand by. Fino all’epifania televisiva, su se stesso: “Ma quello è gay”. 

“La pillola per diventare etero non la prenderei”

La pillola per diventare etero non direbbe più di volerla prendere, era stato un momento di sconforto (“down”) nel periodo difficile della separazione, temporanea, da José Carlos, il fidanzato cubano.

“Io e lui andiamo per i sette anni insieme – ha raccontato Rocco Casalino a Silvia Toffanin – Abbiamo alti e bassi, come penso sia normale. Quando ho scritto il libro a luglio stavamo vivendo un momento bassissimo e quindi su di lui non sono stato proprio carino.

In realtà è una persona importante nella mia vita e ora stiamo molto bene insieme. Mi sta molto vicino ed è nei momenti difficili che vedi veramente le persone che ti vogliono bene”.

Vista la tempistica – e cioè ritorno di fiamma non appena lasciata la scena politica – magari non sarà  solo Dagospia a vederci una “separazione” tattica, giusto per far passare la buriana.