Vieni da me, astronauta Paolo Nespoli: “Quando mia madre morì io ero nello spazio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2019 18:08 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2019 18:37
Paolo Nespoli a Vieni da me: Ero nello spazio quando mia madre morì

Paolo Nespoli a Vieni da me

ROMA – L’astronauta Paolo Nespoli è stato ospite di Caterina Balivo  Vieni da me e ha parlato della sua carriera e di un episodio delicato. Nespoli ha perso la madre e confessa: “Quando morì io ero nello spazio”.

Nespoli ha spiegato di aver sempre sognato di fare l’astronauta fin da bambino e ha all’attivo tre missioni, passando nello spazio un tempo pari a 313 giorni, 2 ore e 36 minuti. E racconta: “I bambini sognano sempre le cose impossibili, ma crescendo decisi di fare il paracadutista, volevo capire i miei limiti, altrimenti non puoi superarli. Mi mandarono in Libano in una missione di pace, per così dire. Ci rimasi un anno e mezzo. Venni assegnato all’ufficio arabo e conobbi tanta gente, tra cui Oriana Fallaci. Ero stato assegnato alla sua scorta”.

Poi tornò in Italia e spiega che non era facile realizzare il suo sogno: “A 26 anni non avevo una laurea, non parlavo bene inglese e avevo un fisico normale. Allora con i soldi della missione mi iscrissi a un’università americana”. Nespoli così ha deciso ricominciare da zero: “Dopo la laurea tornai in Italia e uscì il bando di concorso per un astronauta italiano”-

Poi nel 1998 fu scelto come astronauta, ma andò nello spazio 10 anni dopo. Proprio quando era sulla Stazione Spaziale Internazionale, nella sua seconda missione, lo colpì un lutto: “Capì che c’era qualcosa che non andava, poi è mancata. La morte di un genitore ti tocca dentro, tocca la tua anima. Mi sentì fortunato ad averlo saputo in tempo reale, anche se ero in orbita. Chiesi di fare un minuto di silenzio mentre sorvolavamo il Nord Italia e c’era il funerale. Si fermò il mondo spaziale per renderle omaggio”. (Fonte Rai)

In questo articolo parliamo anche di: