Vieni da me, Beppe Convertini: “A 17 anni ho visto morire mio padre”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2019 15:13 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2019 15:13
Beppe convertini

Beppe Convertini (Foto Instagram)

ROMA – Beppe Convertini si racconta e ricorda il padre: “E’ morto davanti ai miei occhi quando avevo 17 anni”. Il modello e conduttore è stato ospite di Caterina Balivo a Vieni da me. 

Durante il gioco della cassettiera Convertini ha parlato delle difficoltà economiche della sua famiglia: “Facevo un po’ il garzone in un azienda di sartoria di un amico di famiglia e ho anche fatto il cameriere”. Poi gli inizi nel mondo della moda: “Io ho iniziato per gioco, non pensavo di fare il modello, ma visto che dovevo mantenermi e mantenere la famiglia, quello mi ha aiutato a mettere qualcosa da parte”.

Convertini ha perso il padre quando aveva solo 17 anni: “Papà era camionista e quando tornava a casa cenavamo insieme e ci raccontavamo. È stato un padre duro, severo, ma sorridente. Voleva che tornassimo a casa sempre per cenare, voleva che studiassi, ma il mio destino per lui era segnato e dovevo fare il camionista. Non volevo quindi ho studiato tantissimo. Non mi ha mai dimostrato grande gioia, ma credo fosse fiero di me. Ha chiuso gli occhi davanti a noi tutti, l’ho visto spirare. È il mio angelo custode”. (Fonte: Vieni da me)