Vieni da Me, Daniela Poggi: “A Londra trascorsi una notte in galera perché…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Ottobre 2019 11:52 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2019 11:52
Daniela Poggi

Daniela Poggi nello studio di Vieni da Me

ROMA – Intervistata da Caterina Balivo, ospite di Vieni da Me, Daniela Poggi rivela: “A 19 anni sono andata a studiare a Londra. Appena arrivata, mi innamorai di un attore e andai per 30 sere di fila a vederlo in teatro. La quinta sera entrai in camerino, uscimmo insieme… Poi la polizia ci fermò, avevamo bevuto un po’ troppo. Ci fecero il palloncino. Abbiamo trascorso una notte in galera”. 

“Ovviamente non bisogna farlo- sottolinea poi la Poggi-. Mai bere e mettersi alla guida”.

Poi la Poggi ha parlato della madre che per anni ha lottato con l’Alzheimer:

 “Non perdiamo mai l’occasione di dare un abbraccio, un bacio, un saluto. Perché potrebbe essere l’ultima volta in cui lo facciamo. Sarà l’età, che mi fa commuovere sempre”.

Daniela Poggi si è commossa quando si è rivista alla conduzione di Chi l’ha Visto?

“E’ stata un’emozione incredibile rivedermi – dice – Mi ricordo che ero molto agitata, appena vedevi la luce rossa accendersi in camera, tu entravi nelle case di milioni di persone. Poi era un programma per certi versi dolorosi, visto che noi trattavamo dei casi delicati. Mi sono sempre portata nel cuore tantissime storie, ed una in particolare, quella di una figlia che aveva denunciato la scomparsa della mamma: avevano ritrovato la donna in una piazzola di Milano mentre raccoglieva delle margherite, a causa di una forma di Alzheimer. Fu una vicenda che mi colpì particolarmente, visto che da quel momento ho capito la fragilità del nostro cervello: nell’arco di qualche anno ho ritrovato mia mamma nella stessa situazione e questo mi ha fatto capire che siamo molto fragili”.

Fonte. Vieni da Me.