Vieni da me, Donatella Milani su Ora o mai più: “Mi hanno offesa come donna”

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 marzo 2019 18:00 | Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2019 18:00
Vieni da me, Donatella Milani su Ora o mai più: "Mi hanno offesa come donna"

Vieni da me, Donatella Milani su Ora o mai più: “Mi hanno offesa come donna”

ROMA – Donatella Milani torna a parlare di Ora o mai più, il programma che l’ha vista protagonista anche negli scontri con Donatella Rettore e con l’intera giuria. Lo fa dallo studio di Vieni da me, ospite di Caterina Balivo. 

All’inizio Milani ha provato a trattenersi: “Non voglio dire tutto altrimenti sembra sempre che io sia quella polemica e aggressiva”, ha esordito. Ma una volta spronata dalla conduttrice campana si è lasciata andare alle confidenze e alle nuove accuse: “Nessuno ha mai capito che volevo parlare umanamente. Quando dissi ‘Ma chi sono questi coach?’ ad esempio, intendevo ‘Chi sono umanamente questi coach che danno questi brutti voti?’. Perché, diciamo, a me m’hanno ammazzata”, ha detto la Milani, per poi aggiungere: “Lì eravamo tutti grandi, mica dei ragazzini dei talent. Ora O Mai Più voleva insegnare qualcosa? Voleva forse ridare speranza per il futuro ad alcuni interpreti? Così non è stato. Se quello che è successo in trasmissione doveva essere un insegnamento beh, allora… Non è stato affatto un bell’esempio”.

La Milani è tornata anche sullo scontro con Donatella Rettore: “Con la Rettore non provavo mai. Gli altri concorrenti facevano due o tre ore di prove coi loro coach, io se tutto andava bene facevo un quarto d’ora di prova la settimana”.  

Donatella ha poi attaccato gli uomini presenti in giuria: “Sono stata offesa anzitutto come donna, ancor prima che come cantante. Me ne hanno dette di tutti i colori: ‘Stai zitta!’, ‘Non parlare…’, ‘Meglio se canti’. Insomma, è così che ci si rivolge a una donna?”.

Fonte: Vieni da me