Vieni da me, Enzo Garinei su Totò: “Era straordinario, regalava soldi ai poveri”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Ottobre 2019 15:43 | Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre 2019 15:43
Enzo Garinei Vieni da Me

Enzo Garinei a Vieni da me (Frame da Rai)

ROMA – Enzo Garinei a Caterina Balivo per la trasmissione Vieni da me parla della sua carriera e anche del rapporto con il grande attore Totò. Garinei, che ha preso parte al film “Appena un minuto” con Max Giusti, ha parlato del principe Antonio De Curtis, in arte Totò, e della sua generosità: “Era straordinaria, regalava sempre 500 lire ai poveri”.

Intervistato dalla Balivo, Garinei ha detto dell’attore napoletano: “Totò cerca moglie, il vero film importante in cui ho conosciuto il principe Antonio De Curtis, uomo straordinario e meraviglioso: lui regalava alle persone più povere 500 lire, mezzo stipendio di un impiegato dello Stato. E’ stato un grande onore per me fare quel film, poi ne ho fatti altre 7-8 insieme a lui”.

Parlando dei tanti colleghi scomparsi, da Mastroianni e De Sica fino a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, l’attore romano ha spiegato: “Credo che in Paradiso ci siano tanti di quegli attori meravigliosi che formano le compagnie più belle del mondo. Andavamo tutti d’accordo, è possibile: avevamo una preparazione e un’educazione, ma anche grandi famiglie dietro le spalle”.

Garinei ha poi aggiunto: “Sapevamo scambiarci un’opinione, un rispetto che purtroppo manca oggi: manca molto la comunicazione, non si comunica e non si sa per quale ragione. Dobbiamo tornare a parlare, abbiamo la fortuna di avere la parola: pensate agli animali, che comunicano attraverso l’orecchio. Vogliatevi bene, conta solo il cuore: ve lo grido, amatevi. Se buttiamo via l’amore, tutto è finito. Mi fa rabbia questa situazione”. (Fonte Rai)