Vieni da Me, la gaffe in diretta: “Quella casa è di…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Ottobre 2019 10:11 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2019 10:11
Vieni da Me, Caterina Balivo

Caterina Balivo nello studio di Vieni da Me

ROMA – Gaffe in diretta a Vieni da Me durante il gioco telefonico.  Gioco che consiste nel cercare di capire a quale vip appartiene un appartamento di cui scorrono le immagini in diretta. 

In studio, Caterina Balivo con al fianco Alessandro Haber – ospite della puntata – illustra gli indizi: un vaso di vetro, un soprammobile e un attaccapanni con tanti cappotti. E il concorrente ci prova: “Visto che sono in tanti, dico la casa di Vittorio Gassman”.

“Ma è morto…” si sente in studio. La Balivo, per sicurezza, chiede conferma alla regia ma no, non è la casa di Vittorio Gassman.

Caterina Balivo: “Meno male sono nata bella altrimenti sarei una brutta acida”

 Intervistata dal settimanale Grazia, la conduttrice di Vieni da Me Caterina Balivo ha raccontato alcuni inediti episodi della sua vita:

“Chi mi ha teso la mano in un momento di difficoltà? Il direttore di Chi Alfonso Signorini. Mi ha invitato nel suo programma mentre non stavo lavorando. Spero di potergli essere utile prima o poi. Se si trovasse a Roma e rimanesse in panne con l’auto vorrei che mi chiamasse, correrei”.

“Quale programma rifarei? Nel 2014, il talent show culinario Il più grande pasticciere. Per fortuna l’anno dopo sono riuscita a non condurlo più. Era un format non adatto a me. Perfino mio marito, di solito calmo e misurato, una sera scrisse un tweet ‘Se volevate Caterina, potevate comprarvi un cartonato’. Ho accettato all’epoca perché volevo tornare in prima serata. Da allora ho capito che è meglio scegliere il progetto che l’orario di programmazione”.

“Il collega giusto per me? Nessuno. Quando mi hanno proposto un partner ho sempre rifiutato, per il mio carattere è impossibile condurre con altri. Avrei dovuto fare un programma con la Gialappa’s e il Mago Forest ma non me la sono sentita. E mi dispiace». Per questa ragione l’avrebbe rimproverata anche l’allora direttrice Rai Ilaria Dallatana, che le disse: «Caterina è un handicap non saper dividere la scena”.

“Quando si spengono le luci – conclude – non voglio più vedere nessuno, non ho amici in tv. Meno male sono nata bella altrimenti sarei una brutta acida”.

Fonte: Vieni da Me.