Vieni da Me, Lunetta Savino: “Un Medico in Famiglia e il successo improvviso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2019 14:11 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2019 14:31
Vieni da Me, Lunetta Savino: "Un Medico in Famiglia e il successo improvviso"

Lunetta Savino a Vieni da Me

ROMA – Lunetta Savino è stato ospite a Vieni da Me. Intervistata da Caterina Balivo ha aperto i cassetti della sua memoria raccontando momenti della sua vita privata e professionale.

Su il ruolo di Cettina a Un Medico in Famiglia: “Era un momento dove cercavo lavoro. Avevo fatto un colloquio anche per un posto da segretaria. Poi arrivò quel provino e fui presa. Fu improvviso. Enrico Brignano? Travolgente e divertentissimo. Era difficile non ridere quando parlava con me. Francesco Salvi? Era tutt’altro tipo. Con loro due mi sono divertita moltissimo”.

Sulla fiction dedicata a Peppino Impastato: “Interpretare Felicia, la mamma di Impastato, è stato per me un onore e una sfida”.

Sullo sport: “Ho provato a fare tanti sport da piccola, ma ero una pippa. Ero negata e mi annoiavo da morire. L’unico dove ero bravo era la scherma”.

Un ricordo su Ennio Fantastichini, suo collega nel film Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek: “Era bravissimo. Se ne è andato troppo presto”.

Sull’amore. Il compagno dell’attrice si chiama Saverio Lodato, giornalista e scrittore antimafia: “Lui vive a Palermo. E’ una bella storia, movimentata. Viaggiamo, lui viene da me, io vado da lui. Ma abbiamo i nostri spazi, è fondamentale”.

Fonte: VIENI DA ME.

 

In questo articolo parliamo anche di: