Vieni da me, Manuela Villa: “Ci sono voluti 21 anni per essere riconosciuta come figlia di Claudio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2019 16:48 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2019 16:48
manuela villa vieni da me

Vieni da me, Manuela Villa: “Ci sono voluti 21 anni per essere riconosciuta come figlia di Claudio”

ROMA – Manuela Villa si racconta ai microfoni di Caterina Balivo a Vieni da me. Dopo aver sfogliato il suo album di famiglia, la 53enne racconta i 21 anni di battaglia legale affrontati per essere riconosciuta come figlia del grande Claudio Villa

“Il mio papà è Elio, l’uomo che mi ha cresciuto mentre mio padre è l’uomo che mi ha permesso di nascere. Io ho chiamato Elio papà sin dal primo momento” – racconta Manuela Villa che, poi, racconta il giorno in cui ha scoperto di essere figlia di Claudio Villa – “ho scoperto tutto dopo aver fatto uno scherzo ad una suora. Misi il fantoccio di un uomo nel suo letto e lei insultò prima la mia amica e poi me con una frase che mi fece riflettere“, ricorda oggi Manuela Villa.

La figlia di Claudio Villa scoprì così che il padre non era Elio, ma Claudio Villa che incontrò all’esterno di una radio: “Lui quando mi vide era emozionato. L’ho frequentato dai 15 ai 17 anni. Lui mi diede il numero di telefono dicendomi che avrei potuto chiamarlo. Quando telefonavo, però, mi dicevano sempre che non c’era. Io mi arrabbiai e gli dissi che l’avrei denunciato”. Inizia così una lunga battaglia legale durata ben 21 anni. “Avremmo potuto fare tante cose”, chiude la Villa.

Ai microfoni di Caterina Balivo, Manuela Villa parla anche del figlio Jacopo che, oggi, ha 15 anni. “Io sono fortunata ad essere diventata mamma, ma sono soprattutto fortunata per essere la mamma di Jacopo” – dice con orgoglio la cantante. “Ha la passione per la musica del nonno?“, chiede Caterina Balivo. “No e io ne sono contenta. Per il momento, i suoi interessi sono altri”, aggiunge la Villa che, poi, aprendo l’ultimo cassetto parla per la prima volta di Thomas, il suo compagno – “mi regala sempre dele rose rosse. L’ho conosciuto 14 anni fa quando mio figlio aveva circa un anno e mezzo. L’ho conosciuto per fare un servizio fotografico in palestra e, da quel momento non ci siamo più lasciati anche se abbiamo sempre avuto degli alti e bassi per colpa mia perchè io ho profondamente paura di legarmi. Finalmente, però, ho trovato una persona che pensa a me e che vuole bene a mio figlio e mio figlio adora lui”, conclude la Villa.